Disastro Livorno, Breda verso l'esonero: per la panchina si pensa a Pillon

Il tecnico potrebbe pagare a caro prezzo il ko interno con il Trapani. In tribuna presenti Castori e Foscarin; Bisoli un altro dei candidati.

È notte fonda in casa amaranto. Il ko interno con il Trapani fa sprofondare Luci e compagni all'ultimo posto in classifica e, verosimilmente, metterà la parola fine all'avventura di Roberto Breda sulla panchina del Livorno. Difficile pensare che la società possa confermare ancora una volta la fiducia al tecnico trevigiano, autore di un avvio di stagione shock: ben nove sconfitte in tredici gare, con soli 10 punti conquistati. Un disastro.

Livorno-Trapani, le pagelle

Breda verso l'esonero: i possibili sostituti

E non è probabilmente un caso che sugli spalti del Picchi, in occasione del match con il Trapani, siano stati avvistati Claudio Foscarini, che ha allenato gli amaranto in Serie C nella stagione 2016/2017, e Fabrizio Castori, per quanto nelle scorse settimane, sulla tribuna dell'Ardenza, aveva fatto capolino più volte Pierpaolo Bisoli. E mentre sul sito di un esperto di mercato come Alfredo Pedullà, si fa il nome di Luigi Di Biagio, ex ct della Nazionale under 21, tra i tra i principali candidati a prendere il posto di Breda c'è anche Bepi Pillon, altro ex, visto che già guidato il Livorno per sette mesi nel campionato cadetto 2010/2011.

Una stagione che per l'allenatore di Preganziol si concluse anzitempo, il 12 febbraio, quando la dirigenza decise di esonerarlo dopo la sconfitta di Portogruaro. Il profilo del 63enne tecnico veneto, lo scorso anno alla guida del Pescara (eliminato ai playoff dal Verona), sembrerebbe il prediletto dalla società per tentare di uscire dalla crisi, considerata l'esperienza dell'allenatore trevigiano a lavorare anche in situazioni difficili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In queste ore, nel frattempo, il telefono di Aldo Spinelli squilla a vuoto: sintomo anche della profonda delusione per questo ennesimo, doloroso ko. E segnale che qualcosa bolle in pentola. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Livorno, morto il primo paziente risultato positivo al Covid-19: aveva 55 anni, era ricoverato da 25 giorni

  • Coronavirus Livorno, file ordinate ai supermercati e spesa a domicilio: ecco i negozi che consegnano a casa

  • Coronavirus, è morto Paolo D’Ercole: ex portiere di calcio e dipendente Aamps, aveva 69 anni

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi a Livorno, 224 in Toscana. Il bollettino di venerdì 27 marzo

  • Coronavirus, un morto a Cecina e 35 nuovi casi tra Livorno e provincia: il bollettino di lunedì 30 marzo

  • Coronavirus, tre morti e 16 nuovi positivi tra Livorno e provincia: il bollettino di domenica 29 marzo

Torna su
LivornoToday è in caricamento