Breda: "Gli episodi hanno fatto la differenza, ma dobbiamo crescere"

Il tecnico amareggiato per il ko contro l'Entella nella prima giornata di campionato

Amara sconfitta per il Livorno sul campo della Virtus Entella. Gli amaranto, nella prima giornata di Serie B, sono stati sconfitti dai liguri per 1-0, con la rete decisiva messa a segno da Mancosu direttamente dal dischetto al 28' del primo tempo. Un risultato che non può lasciar soddisfatto il tecnico Roberto Breda.

Una partita sulla falsariga di quelle dello scorso campionato: bene in fase di contenimento, ma molta fatica a rendersi pericolosi in avanti.

"Come intensità e sacrificio abbiamo fatto una buona gara, ma dal punto di vista della manovra dobbiamo fare di più, anche viste le qualità che abbiamo. Nella ripresa abbiamo mosso meglio la palla, ma ad un certo punto siamo tornati a giocare solamente con dei lanci lunghi e siamo diventati troppo prevedibili. Sono stati però gli episodi a fare la differenza, anche loro non hanno creato chissà quanto". 

Nella formazione iniziale ben dieci giocatori su undici erano dello scorso anno: a cosa è dovuta questa scelta?

"I nuovi sono ancora un po' in ritardo di condizione. Lo stesso Mazzeo, a causa del problema riportato in amichevole contro la Fiorentina, ha perso dieci giorni di lavoro. Non dobbiamo però fare distinzioni tra vecchi e nuovi: dobbiamo fare meglio come collettivo. Nella ripresa la partita l'abbiamo fatta noi, ma dobbiamo diventare più efficaci. Abbiamo i presupposti per fare bene e crescere: adesso quello che conta è solamente lavorare. Vedo che anche altre squadre hanno fatto fatica, come ad esempio il Benevento che, pur essendo una corazzata, a Pisa non ha fatto un tiro in porta".

Con questa rosa, senza ulteriori arrivi, si può continuare a giocare con questo modulo o si dovrà cambiare?

"Oggi abbiamo giocato tutto il primo tempo e parte del secondo con un 3-5-2, quindi non è detto che giocheremo sempre con il 3-4-1-2. Abbiamo delle variabili: dobbiamo capire in fretta le caratteristiche dei nuovi arrivati".

Le pagelle di Entella-Livorno

Di Gennaro: "Il rigore? Non mi sembrava così netto..."

Al termine della gara ha parlato anche il difensore Matteo Di Gennaro, protagonista del discusso episodio che ha provocato il calcio di rigore poi trasformato da Mancosu: "Sapevamo che sarebbe stata una partita complicata, la squadra ha fatto il massimo per portare a casa un risultato positivo. Abbiamo fatto quello che avevamo provato mettendo in campo il massimo impegno: abbiamo subito poco, ma ci è mancata un po' di fortuna e di cattiveria sottoporta. Il rigore? Dal campo non mi sembrava così netto, se lo fosse stato l'arbitro avrebbe fischiato subito. Indietro però non si può tornare e non dobbiamo fare polemiche. Adesso dobbiamo soltanto pensare a ripartire subito sabato prossimo davanti al nostro pubblico contro il Perugia. Conosciamo il nostro valore e sappiamo dove dobbiamo migliorare".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cake Star, Chef Carrara a Livorno per trovare la migliore pasticceria

  • Spezia-Livorno, scontri con la polizia: rischio daspo per 23 tifosi amaranto

  • Contromano sulla Variante, muore a 21 anni nello scontro frontale con un'auto

  • A scuola di livornese: origine, significato e funzioni del dé

  • Calcio in lutto per la morte di Nicola Fiorenzani, giovane attaccante dell'Acciaiolo

  • Da Hollywood a Livorno, Stanley Tucci tra i banconi del Mercato Centrale

Torna su
LivornoToday è in caricamento