Livorno-Benevento, le pagelle: malissimo Morganella e Mazzeo, si salva Luci

Il difensore sbaglia quasi tutto, l'attaccante non si vede mai. Il capitano l'ultimo ad arrendersi

Il Livorno continua nella sua crisi di gioco e risultati e viene sconfitto anche dal Benevento. Esordio amaro per Tramezzani sulla panchina amaranto. 

Plizzari 6: sorpreso dal sinistro di Kragl, si riscatta con due interventi che tengono in partita il Livorno. Incolpevole sul raddoppio di Letizia.

Bogdan 5,5: Sau è un brutto cliente specie quando parte in velocità. Più sicuro nei contrasti aerei.

Gonnelli 5,5: fa a sportellate tutta la partita con Coda, ma spesso e volentieri è l'attaccante campano a uscire vincitore dai duelli.

Gasbarro 6: tornato nei tre di difesa, deve vedersela con Kragl. Compito difficile che il numero 6 svolge con attenzione (49' Porcino 6: sulla sinistra riesce ad arrivare qualche volta sul fondo. I suoi cross però non vengono sfruttati).

Morganella 4: in netta difficoltà nel tenere Letizia sulla destra, disastroso in occasione del raddoppio campano.

Del Prato 6: schierato in quello che è il suo ruolo naturale, la sua prestazione cresce con il passare dei minuti. Uno degli ultimi ad arrendersi.

Agazzi 5,5: Non riesce a far girare la squadra come dovrebbe. Il Livorno ha bisogno dell'Agazzi dello scorso anno. 

Luci 6,5: cuore di questa squadra e da esempio per i compagni. Lotta su ogni pallone, spronando i suoi a fare altrettanto.

Marsura 5: la sua gara si riassume nei tre angoli battuti rasoterra che arrivano a stento nell'area piccola.

Murilo 6: in campo per poco meno di mezz'ora, poi deve uscire per problemi muscolari (27' Braken 5,5: si sbatte anche per Mazzeo, bravo a crearsi due occasioni che non riesce a sfruttare).

Mazzeo 4,5: fischiatissimo. Sempre lontano dalle azioni offensive, non offre mai un aiuto ai i compagni (70' Raicevic 5,5: fare peggio di Mazzeo era impossibile. Utile nelle sponde, ma mai pericoloso). 

All. Tramezzani 6: arrivato da pochi giorni, non gli si poteva chiedere miracoli. Il Livorno gioca una buona partita, ma non riesce quasi mai a rendersi pericoloso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 43 anni, la Leccia piange Alessio Morelli. Il ricordo di una volontaria Svs: "Un bravo ragazzo"

  • Le cinque migliori pizzerie di Livorno

  • Tragedia alla Leccia, 43enne trovato morto in casa

  • Calciomercato Livorno: acquisti, cessioni e trattative. Gli aggiornamenti della sessione invernale

  • Serie B, Livorno-Entella 4-4: partita folle al Picchi, suicidio amaranto

  • Toscana Pride 2020, a Livorno il 20 giugno sfila l'orgoglio Lgbtqia+: "Dobbiamo vivere come persone libere"

Torna su
LivornoToday è in caricamento