Livorno-Pescara, le interviste. Tramezzani: "Il mio arrivo non ha dato la scossa giusta"

Il tecnico è deluso per l'ennesima sconfitta rimediata e si assume le responsabilità per il momento negativo della sua squadra

È deluso, e non potrebbe essere diversamente, Paolo Tramezzani. Dal suo arrivo non ha raccolto neanche un punto e il Livorno dà la sensazione di non crederci ormai neanche più. Lui però non si arrende anche se, nel commentare la sconfitta contro il Pescara, ammette che da quando è arrivato poco o nulla è cambiato. 

Livorno-Pescara, le pagelle

Mister, un'altra sconfitta figlia di una partita giocata sottotono.  
"Dopo la discreta prova di Crotone pensavo che si potesse alzare un po' l'asticella invece non è così. Credevo di fare una partita diversa, ma dopo il buono approccio dei primi minuti siamo andati in difficoltà al primo pericolo e da lì non siamo più stati in grado di reagire. Il primo tempo non è stato buono e anche la ripresa non mi è piaciuta. Ammetto che non ho mai avuto la sensazione che la squadra avesse la forza di poter ribaltare il risultato". 

Il suo arrivo purtroppo non ha dato la scossa che ci si aspettava. 
"Non c'è proprio stata, è inutile girarci attorno. Finora non c'è stato nessun beneficio e io sono il responsabile di questa situazione. Comunque sono convinto che solo attraverso il lavoro potremo provare a tirarci fuori da questa situazione". 

Viste le tante assenze, non era meglio passare alla difesa a 4?
"L'idea iniziale era di difendere a tre e di alzare il baricentro. Nella ripresa quando siamo passati a 4 la squadra è stata più attenta e abbiamo sofferto meno. Tuttavia credo che il problema maggiore non sia legato agli schemi o alle assenze". 

È preoccupato d questa situzione?
"Sì, ma non ho intenzione di arrendermi anche perché non l'ho mai fatto in vita mia. La fiducia nei ragazzi  è totale, forse sono io che non riesco a tirare fuori di più da loro". 

In questi casi ci si attende di più da giocatori come Mazzeo e Morganella.
"Io mi aspetto molto da giocatori con esperienza perché sono abituati a vivere situazioni del genere. Così come mi aspetto molto anche dai giovani che devono essere più spavaldi. Purtroppo al momento ci sono difficoltà da entrambe le parti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bello FiGo: "Concerto annullato per paura? Fake news, questi poveracci non hanno soldi per pagarmi"

  • Tragedia a Castagneto Carducci, 37enne muore dopo essersi ribaltato con l'auto

  • Calciomercato Livorno: acquisti, cessioni e trattative. Gli aggiornamenti della sessione invernale

  • Isola d'Elba, si ribalta con l'auto dopo aver colpito un albero: grave 42enne

  • Rosignano Marittimo, palestra evade il fisco per 300mila euro

  • Toscana Pride 2020, a Livorno il 20 giugno sfila l'orgoglio Lgbtqia+: "Dobbiamo vivere come persone libere"

Torna su
LivornoToday è in caricamento