Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Elezioni europee, Nogarin: "L'esclusione? Disorientato, ma non è la fine del mondo"

Il commento del sindaco uscente di Livorno al mancato ingresso al Parlamento europeo: "Peccato ma va bene così. Le Comunali? Non cambierà niente, a partire dagli stalli blu"

 

Voce bassa, toni pacati, un po' disorientato. Si presenta così Filippo Nogarin, sindaco uscente di Livorno, dopo il mancato ingresso al Parlamento europeo. Dispiaciuto "perché quando ci si mette in gioco lo si fa per vincere", ma consapevole che "non è la fine del mondo. Va bene così, ci abbiamo provato". Il risultato delle elezioni europee è forse più difficile da digerire rispetto alla batosta presa a livello nazionale dal Movimento 5 stelle: un trend negativo, quello dei grillini, che ha avuto ripercussioni anche sul voto delle Comunali.

Elezioni comunali 2019: i risultati definitivi con i voti ai candidati e alle liste

"Dispiace perché abbiamo fatto un grandissimo lavoro - sostiene Nogarin - e vedrete che non cambierà niente con la nuova amministrazioni. Ci hanno criticato per la gestione dei parcheggi, ma i livornesi si renderanno presto conto che nessuno toglierà gli stalli blu, nessuno toglierà il porta a porta. Nessuno, infine, rifarà lo stadio nuovo o riaprirà il Caprilli perché sono cose che un'amministrazione non può fare". Quindi i ringraziamenti, in un lungo post su Facebook, con le parole di affetto e stima per la sua pupilla Stella Sorgente, esclusa dal ballottaggio delle amministrative dove, invece, si sfideranno il candidato del centrosinistra Luca Salvetti e quello del centrodestra Andrea Romiti.

Nogarin-2-2

Potrebbe Interessarti

Torna su
LivornoToday è in caricamento