L'affare Modigliani: truffe, scandali e la morte sospette di Jeanne nel libro inchiesta

Dal 10 ottobre in libreria con la postfazione dell'ex procuratore antimafia Pietro Grasso, l'opera di Mondini e Loiodice sarà presentata anche a Livorno. Misteri e interessi illeciti all'ombra di Modì

"Truffe, esposizioni con quadri falsi, prolifici falsari, fondazioni nate dal nulla. Guerre intestine che ruotano attorno a critici d’arte o presunti tali e malfattori che negli ultimi decenni hanno fatto la loro fortuna legando il proprio nome a quello di Amedeo Modigliani". Inizia così la descrizione de L'affare Modigliani, il libro uscito giovedì 10 ottobre per Chiarelettere con la postfazione dell'ex presidente nazionale dell'antimafia, Pietro Grasso, scritto a quattro mani dalla giornalista del Tg1 Dania Mondini e e dall'ex ispettore di polizia Claudio Loiodice, criminologo che per anni ha operato come agente sotto copertura all'interno di diverse organizazzioni mafiose. Una lunga inchiesta che è insieme un appassionante racconto sostenuto da testimonianze e documenti inediti e che denuncia anche un presunto delitto, quello della figlia di Dedo, Jeanne Modigliani, fatto passare per una morte accidentale.

L'affare Modigliani, il libro sarà presentato a Livorno venerdì 18 ottobre

Il libro - che va oltre lo scandalo della mostra a Palazzo Ducale di Genova, pur ricostruito nel dettaglio - sarà presentato il 18 ottobre a Livorno, dove è in preparazione la grande mostra "Modigliani e l'avventura di Montparnasse. Capolavori dalle collezioni Netter e Alexandre" (7 novembre 2019 - 16 febbraio 2019), a cura di Marc Restellini. "Il libro non solo contiene varie ipotesi di reato - speigano l'autore - ma, pubblicando perizie, documenti inediti e testimonianze, diviene anche vera e propria 'notizia criminis', consegnata alle Procure competenti in Italia e all'estero, contro gli altarini del mondo dorato dell'arte e dei suoi intoccabili".   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli autori: "La morte di Jeanne Modigliani? Probabile omicidio"

Un giro d'affari da 11 miliardi di euro che da trent'anni vede coinvolti politici, istituzioni e famosi critici d'arte. Poco più di 300 sono le opere di Modì riportate nel catalogo più accreditato, ma nel mondo ne circolano oltre 1200: almeno un quadro su quattro, dunque, è un falso. Un libro che, secondo quanto dichiarato da Pietro Grasso all'Ansa, "aiuta noi a capire e aiuterà gli investigatori a riaprire importanti indagini". "Ci siamo interessati anche della sospetta morte di Jeanne Modigliani, figlia di Amedeo, trovata agonizzante nel suo appartamento di Parigi nel 1984 - dicono ancora gli autori -, proprio mentre a Livorno venivano rinvenute le false 'teste' improvvidamente attribuite a Modigliani. Abbiamo smontato alibi, commissionato perizie calligrafiche e seguendo la scia di denaro abbiamo individuato i possibili moventi di un probabile omicidio". L'intero sistema di illegalità - concludono Mondini e Loiodice - poggia sui contesi e misteriosi Archivi legali, da anni al centro di intrighi internazionali. Sono spariti dal patrimonio del Paese e noi li abbiamo ritrovati in vendita negli Stati Uniti. Ora, anche grazie alle nostre pressioni, sono rientrati in Europa. Li abbiamo visti in esclusiva a Ginevra nel forziere di Ives Bouvier". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in Fi-Pi-Li, livornese muore a 22 anni dopo lo schianto in moto

  • Maxi rissa in via del Pelaghi, calci e pugni fuori da un locale con lanci di bottiglie e bidoni della spazzatura

  • Coronavirus: un contagio a Livorno, altri 8 nuovi positivi in Toscana. Il bollettino di domenica 2 agosto

  • Previsioni meteo, in arrivo vento, pioggia e temporali: lunedì 3 agosto codice giallo in Toscana

  • Coronavirus: due nuovi casi a Livorno, altri 9 positivi e un morto in Toscana. Il bollettino di martedì 4 agosto

  • Miss Livorno 2020, Elisa Giuffrida si aggiudica la prima tappa: tutte le premiate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento