Attualità

Armando Picchi, due giorni di eventi a 50 anni dalla morte. Alla presentazione anche Massimo Moratti

Il Comune ricorderà il grande campione scomparso il 26 maggio del 1971. In carriera ha vestito le maglie di Livorno, Spal, Inter e Varese, 12 occasioni le presenze in nazionale

Il 26 maggio del 1971 moriva Armando Picchi. Per ricordarlo il Comune di Livorno ha organizzato due giorni di eventi che verranno illustrati giovedì 20 maggio in una conferenza stampa a Palazzo civico. Un appuntamento al quale parteciperà anche l'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti. Picchi infatti dei nerazzurri è stato pilastro e capitano negli anni d'oro del 'mago' Helenio Herrera, periodo nel quale quella squadra, il cui presidente era il padre di Massimo, Angelo Moratti, vinse 3 scudetti, 2 Coppe dei Campioni e 2 Coppe Intercontinentali. 

Nonostante l'epopea in maglia nerazzurra, Armando Picchi è legato anima e cuore ai colori del Livorno e alla città, dove nacque il 20 giugno del 1935. Con la maglia amaranto ha iniziato a muovere i primi passi sul campo di calcio, che poi l'avrebbe portato sul tetto del mondo. Dal 1954 al 1959 vestì la casacca del Livorno in B e in C, prima di passare alla Spal. Alla presentazione interverranno anche, oltre al sindaco Luca Salvetti, il figlio Leo Picchi, Tito Neri, Alessandro Brucioni e Michele Crestacci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armando Picchi, due giorni di eventi a 50 anni dalla morte. Alla presentazione anche Massimo Moratti

LivornoToday è in caricamento