Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

Escrementi dei cani non raccolti, al via la campagna di sensibilizzazione di Comune e Aamps

'Lui non può raccoglierla, devi farlo tu' è lo slogan dell'iniziativa: gli ispettori ambientali consegneranno cartoline con i suggerimenti per il corretto conferimento e buste-palette specifiche per le deiezioni

Contrastare la mancata raccolta delle deiezioni canine. È questo l'obiettivo della nuova campagna di sensibilizzazione ideata da Comune di Livorno e Aamps. "Lui non può raccoglierla, devi farlo tu" recita lo slogan sulla locandina dell'iniziativa avviata per "contrastare - ha specificato l'assessore all'Ambiente, Giovanna Cepparello - un fenomeno troppo diffuso che contiamo di arginare con la collaborazione dei cittadini". In città, infatti, si contano oltre 12mila cani, circa 1 ogni 13 abitanti. 

Cepparello: "Con la collaborazione dei cittadini potremo avere risultati sempre migliori"

"Il problema delle deiezioni canine che i proprietari dei cani lasciano in strada - ha aggiunto l'assessore - incide in maniera forte sulla percezione dell’igiene urbana. Gli sforzi della maggior parte dei proprietari di cani, che educatamente si premurano di raccogliere i bisogni dei loro animali, vengano purtroppo vanificati dai pochi che compromettono il decoro e l’immagine della città. Con la collaborazione dei cittadini – aggiunge l'assessore Giovanna Cepparello – potremo avere risultati sempre migliori. I livornesi in più occasioni hanno dimostrato di saper prendersi cura della propria città, basti pensare alla grande partecipazione per le frequenti pulizie di giardini, parchi e spiagge realizzate in collaborazione con centinaia di volontari". E la nuova campagna di sensibilizzazione va proprio in questa direzione, ovvero rappresentare "un'ulteriore occasione per dare il proprio contributo nel rendere gli spazi urbani ancora più belli e accoglienti". 

Cartoline e buste-palette alle aree di sgambatura

Per l'occasione quindi gli ispettori ambientali di Aamps nei prossimi giorni effettueranno dei passaggi nelle venti aree di sgambatura per cani disponibili in città, consegnando una cartolina con i suggerimenti per il corretto conferimento delle deiezioni canine e con i necessari avvertimenti per i trasgressori. A chi ne farà richiesta, inoltre, saranno anche donate simbolicamente le buste-palette in carta riciclata specifiche proprio per la raccolta. E per contribuire a diffondere i messaggi della campagna di comunicazione Aamps invita i proprietari di cani a diventare 'testimonial' dei comportamenti virtuosi, pubblicando e condividendo sulla pagina Facebook dell’azienda una foto con il proprio amico a quattro zampe accompagnata dallo lo slogan 'Lui non può raccoglierla. Devi farlo tu'. 

Rossi (Aamps): "Sanzioni da 25 a 500 euro per chi non rispetterà le regole" 

L'amministratore unico di Aamps, Raphael Rossi, ha evidenziato che "gli operatori - sono quotidianamente impegnati nella raccolta delle deiezioni canine, quando necessario, anche nell’igienizzare gli spazi dove vengono rinvenute. Il periodo estivo, tra l’altro, facilita la diffusione di cattivi odori e richiama gli insetti. Pertanto cogliamo l’occasione per invitare chiunque porti i cani a passeggio ad avere sempre con sé i sacchini o le bio-palette e a gettare gli escrementi nei cestini getta-carte più vicini oppure nei contenitori dell'indifferenziato. Chi non rispetterà le regole - ha quindi concluso Rossi - verrà sanzionato con importi che variano da 25 a 500 euro secondo quanto previsto dal regolamento comunale".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Escrementi dei cani non raccolti, al via la campagna di sensibilizzazione di Comune e Aamps

LivornoToday è in caricamento