rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Attualità

La Canaviglia a Don Gigi Zoppi: "Cinquanta anni spesi tra le periferie esistenziali della nostra città"

La proposta del sindaco Luca Salvetti. La consegna avverrà il prossimo 19 marzo

"Cinquanta anni spesi tra le periferie esistenziali della nostra città dedicando la sua vita alle persone più emarginate". Con questa motivazione il Comune di Livorno consegnerà il 19 marzo la Canaviglia 
a Don Gigi Zoppi, 92 anni, sacerdote salesiano, molto conosciuto in città per le sue opere caritative. Nelle motivazioni si può leggere come Don Gigi abbia "offerto a chi ne aveva bisogno nuove opportunità, sfidando i pregiudizi che le relegano ai margini della società e ispirando tante persone che, seguendo il suo esempio, hanno dato vita a un'ampia rete di accoglienza e solidarietà". 

Cos'è la Canaviglia

Ispirata all'antico edificio posto sul bastione lato mare della Fortezza Vecchia, l'onorificenza viene consegnata a persone, enti o associazioni locali che abbiano dato impulso e vitalità alla città con opere concrete in campo sociale, culturale, scientifico e sportivo. La Canaviglia consiste in una targa d'argento che riproduce l'immagine del bastione fortilizio o più precisamente l'antico palazzotto che Cosimo I de' Medici fece costruire nel 1544 proprio sopra il bastione, all'ingresso del porto. 

A chi è stata conferita la Canaviglia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Canaviglia a Don Gigi Zoppi: "Cinquanta anni spesi tra le periferie esistenziali della nostra città"

LivornoToday è in caricamento