rotate-mobile
Attualità

Diocesi Livorno, Don Paolo Razzauti non è più il rettore del Seminario: "Esperienza bellissima, ora largo ai giovani"

L'addio comunicato prima al vescovo Simone Giusti e poi via social: "Spero che potrò tornare a essere utile alla chiesa e alla mia città"

Dopo 11 anni, da lui stesso definiti "coinvolgenti e travolgenti", Don Paolo Razzauti lascia la carica di rettore del Seminario. Una decisione non semplice ma presa perché "ho bisogno di dedicarmi a servizi meno pesanti". Classe 1945, per tutti semplicemente Don Paolo, da oltre 50 anni è al servizio della Diocesi e per scrivere il suo curriculum (tra i tantissimi impieghi è stato a lungo vicario generale) ci vorrebbero pagine e pagine. Ecco perché la sua scelta, comunicata in prima persona al Vescovo Simone Giusti e poi annunciata sulla sua pagina Facebook, è destinata a lasciare il segno: "C'è bisogno di nuove energie e di giovani" il messaggio lanciato sui social. 

Don Paolo Razzauti lascia il Seminario: "Grazie a chi mi è stato vicino"

L'ex vicario generale ripercorre questi anni intensi e dediti all'insegnamento: "Ho accompagnato al sacerdozio 16 giovani e auguro loro di 'essere' sempre preti e mai di 'fare' i preti. Ringrazio ciascuno di loro per ciò che mi hanno dato e donato e spero di aver donato loro la mia esperienza 'di strada' e di prete-uomo della 'piazza' dove tutti possono incontrarsi e dialogare. Tuttavia ai miei ragazzi voglio anche chiedere scusa delle mie fragilità e spero che le esperienze narrate possano essere loro di aiuto".

Diocesi Livorno, nominati i nuovi parroci

"Spero che potrò essere nuovamente utile alla mia chiesa e alla mia città"

Nel suo congedo, don Razzauti sottolinea la bontà di tutte le scelte fatte: "Ringrazio anche coloro che hanno criticato per alcune decisioni, ma posso dire di averle fatte sempre in coscienza pulita e pronta a rispondere. Ringrazio il Signore di avermi fatto fare anche questa esperienza, che mai avrei immaginato, ma Dio è fatto per scompigliare i nostri piani e portarci nei suoi disegni. Auguro ogni bene al mio successore don Simone Barbieri che sono certo lavorerà per il bene di tutti. Grazie veramente di questa parte della mia vita e spero di poter essere ancora utile, in altri servizi, alla mia chiesa ed alla mia città". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diocesi Livorno, Don Paolo Razzauti non è più il rettore del Seminario: "Esperienza bellissima, ora largo ai giovani"

LivornoToday è in caricamento