Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

Effetto Venezia 2024 | Concerti, talk e spettacoli: il programma dal 31 luglio al 4 agosto

La kermesse, giunta quest'anno alla sua 39esima edizione, sarà dedicata alla musica. Tra gli ospiti Beppe Vessicchio, Red Ronnie, Enzo Avitabile, Francesco Tricarico, Noa, Ziad Trabelsi ed Eugenio Bennato

"La musica dal mondo. Suoni di terra e di mare". Questo il titolo scelto per la 39esima edizione di Effetto Venezia, appuntamento clou dell'estate livornese che, quest'anno, si svolgerà da mercoledì 31 luglio a domenica 4 agosto. Proprio la musica, infatti, sarà il filo conduttore della kermesse, con il quartiere che, nei giorni della manifestazione, ospiterà concerti, talk, contest musicali, recital, seminari, progetti speciali ed esibizioni di strada per un totale di oltre centosessanta eventi.

Effetto Venezia 2024, il programma

Complessivamente saranno quattordici le location dove saranno allestiti i palchi per le esibizioni degli artisti, a partire da piazza del Luogo Pio, che rivestirà il ruolo di "main stage" (a questo link il programma completo). Qui, il 31 luglio, si terrà il concerto di apertura della Banda Città di Livorno, a cui faranno seguito il talk condotto da Grazia di Michele con Peppe Vessicchio come ospite ed il concerto di Noa. Nei giorni seguenti appuntamenti con il talk-concerto con Red Ronnie, Dolcenera, Matthew Lee e Francesco Tricarico (2 agosto) e le esibizioni di Enzo Avitabile (1 agosto), Eugenio Bennato (3 agosto) e Ziad Trabelsi (4 agosto).

In Fortezza Nuova, invece, si esibiranno Bungaro, Eleonora Bianchini, Toquinho & Camilla Faustino, Pamela D'Amico, Teofilo Chantre con la band Capoverde Metissage, Franco Mussida e Rossana Casale, in Fortezza Vecchia spazio per il Collettivo T.E.M.P.O, Patrizio Fariselli (Area) e Stefano Fariselli, due proposte del Mascagni Festival (una delle quali prevede la performance di Stefania Sandrelli) e lo spettacolo dei Mayor Von Frinzius diretti da Lamberto Giannini.

Le altre location di spettacolo saranno la piazzetta dei Pescatori, quella degli Scali delle Barchette, piazza dei Domenicani, piazza dei Legnami, Palazzo Huigens, il Teatro Vertigo (che ospiterà semifinali e finale del contest Effetto Canto), la Chiesa di Santa Caterina e, novità assoluta, un'area interna al Tribunale: qui troveranno spazio le proiezioni di Effetto Vintage, l'originale progetto di Marco Bruciati e associazione 8mmezzo per conto di Fondazione Lem e Comune di Livorno: una call aperta ai possessori di pellicole e nastri magnetici che hanno filmato le edizioni passate di Effetto Venezia. Obiettivo restituire alla città il materiale raccolto attraverso un filmato di montaggio che sarà proiettato in un futuro evento ad hoc.

Il Ponte di Marmo, il Ponte della Venezia ed il Ponte dei Domenicani, infine, ospiteranno ulteriori performance e le incursioni degli artisti di strada. Un modo per rendere ancora più coinvolgente la manifestazione nei suoi spazi all'aperto.

effetto venezia 20220

Salvetti: "Edizione di grande qualità, lavoro eccezionale di Grazia Di Michele"

"Sono profondamente soddisfatto di questo programma, mi sembra chiaro che sia venuta fuori un'edizione con una grande proposta di qualità - ha dichiarato il sindaco Luca Salvetti durante la conferenza stampa di presentazione, alla quale hanno preso parte anche l'assessore al Commercio e Turismo Rocco Garufo, l'assessore alla Cultura Simone Lenzi, il direttore artistico Michele Di Grazia ed Adriano Tramonti, responsabile eventi, promozione e Ambito di Fondazione Lem - . Abbiamo studiato una formula che potesse mantenere alcune caratteristiche tradizionali unendole ad elementi che potessero aprirci alle altri parti del mondo. Quest'anno, tra le varie arti, abbiamo scelto la musica, che riesce a far incontrare e a far stare insieme le diverse comunità. Grazia Di Michele ha fatto un lavoro eccezionale. Ci saranno i consueti ingredienti popolari ed una serie di piccole grandi idee sparse su tutto il quartiere della Venezia. Abbiamo fatto il massimo che potevamo fare per quella che è la manifestazione estiva più importante della nostra città".

"L'aggettivo che mi risuona quando leggo questo programma è 'notevole', che forse è anche riduttivo - ha affermato Rocco Garufo -. La qualità musicale è eccezionale, assisteremo a spettacoli fuori dal comune. Nelle ultime edizioni abbiamo cercato di coinvolgere tutto il quartiere". "La musica è un linguaggio connotativo, non denotativo, che mette in campo qualcosa che è condivisibile da tutti - ha aggiunto Simone Lenzi -. Sono le parole che dividono, la musica unisce. E mai come in questo momento storico è importante creare uno spazio che unisca".

"Sono estremamente soddisfatta del team di lavoro che ho avuto a disposizione, mi sono sentita libera e supportata in ogni momento - ha dichiarato Grazia Di Michele -. Devo poi ringraziare il quartiere Venezia, che è stato grande fonte di ispirazione. Ho cercato di riempire le piazze di musica per far divertire, ma anche per far riflettere. In ogni piccola piazza, nelle Fortezze, nei palazzi e nelle chiese ho iniziato a immaginare tutto quello che è poi finito in questo cartellone. Abbiamo cercato di soddisfare le esigenze di tutti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Effetto Venezia 2024 | Concerti, talk e spettacoli: il programma dal 31 luglio al 4 agosto
LivornoToday è in caricamento