rotate-mobile
Attualità

Fondazione Trossi Uberti, morto a 87 anni il presidente Gianfranco Magonzi. Salvetti: "Grande perdita"

Negli anni Settanta è stato anche vicesindaco. L'amministrazione: "Ha dato lustro alla città"

Si è spento a 87 anni Gianfranco Magonzi, presidente della Fondazione d'Arte Trossi Uberti e uomo di grande cultura che ha ricoperto rilevanti incarichi nelle istituzioni politiche e culturali della città, di cui è stato anche vicesindaco negli anni '70. A darne notizia è stata l'amministrazione comunale che tramite il sindaco Salvetti e l'assessore alla Cultura Simone Lenzi esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di una "grande persona che con il suo grande impegno e le sue doti umane e culturali ha dato molto alla città". Una breve cerimonia di commiato si svolgerà domani, venerdì 27 maggio, alle 15.30 alla camera mortuaria dell'ospedale. 

"Siamo addolorati per la perdita di Gianfranco Magonzi - le parole di Lenzi -. Per tutta la vita fu un uomo delle istituzioni cui la città deve moltissimo. Mi legava a lui un sentimento di amicizia fondato sulla stima e sulla gratitudine per l'infaticabile passione che ha profuso con immensa generosità nella Fondazione Trossi Uberti". 

Gianfranco Magonzi-2

Chi era Gianfranco Magonzi, l'ex vicesindaco scomparso a 87 anni

Dopo gli studi al Liceo Classico e la laurea in Scienze Politiche, Gianfranco Magonzi dal 1959 è stato per 42 anni funzionario della Provincia, di cui ha diretto diversi uffici, impegnandosi nel contempo in quelle che sono state le sue grandi passioni: l'attività politica, l'interesse artistico e l'organizzazione culturale.

Dopo una iniziale vicinanza alle prime esperienze del Partito Radicale, nel 1957 aderisce al Partito Socialista Italiano, del quale è poi sempre stato dirigente provinciale e regionale sino al 1992, quando decide di lasciare ogni attività ed appartenenza politica. Eletto in consiglio comunale nel 1970 e poi nel 1975, è stato vicesindaco e assessore all'urbanistica dal 1973 al 1975 durante il mandato del sindaco Raugi, e poi dal 1975 al 1980 con il sindaco Nannipieri, presiedendo alla redazione del Piano Regolatore progettato da Italo Insolera.

In qualità di art director e designer ha collaborando con importanti aziende nazionali e internazionali e curato la pubblicazione di numerosi libri d'arte e letteratura. Attivo promotore e organizzatore culturale, sin dagli anni giovanili ha seguito con continuità il mondo artistico, curando numerosi eventi, testi critici ed esposizioni. Dal 2011 al 2020 è stato il dodicesimo presidente del Gruppo Labronico. Dal 2013 è stato presidente della Fondazione Culturale d'Arte Trossi-Uberti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Trossi Uberti, morto a 87 anni il presidente Gianfranco Magonzi. Salvetti: "Grande perdita"

LivornoToday è in caricamento