Attualità

Carrà, Morandi, Guttuso: al Museo della Città arrivano i capolavori del Novecento. Lenzi: "Livorno non è chiusa"

La mostra "Vissi d'arte - Cento capolavori dalle collezioni Della Ragione e Iannaccone", che sarà aperta il 30 ottobre, riunisce due importanti collezioni. Lenzi: "Stiamo alle regole ma continuiamo a vivere"

È in programma per venerdì 30 ottobre il taglio del nastro al Museo della Città della mostra "Vissi d'arte - Cento capolavori dalle collezioni Della Ragione e Iannaccone", visitabile fino a, 31 gennaio. Un eccezionale percorso espositivo che riunisce per la prima volta, in un dialogo profondo e serrato, le opere di due importanti collezioni dedicate all'arte italiana del Novecento: quella di Alberto Della Ragione, del Museo del Novecento di Firenze, e quella di Giuseppe Iannaccone, collezionisti accomunati dalla forte passione per l'arte italiana a cavallo tra le due guerre.  

Dpcm Teatri chiusi, i gestori: "Penalizzato un settore già in grave difficoltà"

Non si fermano quindi i musei, ultimo baluardo della cultura dopo che il Dpcm del 26 ottobre ha messo un freno a spettacoli, concerti e film al cinema. "Continuiamo a godere delle cose belle - ha commentato l'assessore Simone Lenzi -. Seguiamo le regole ma continuiamo a vivere"

lenzi consiglio 2 agosto-2Lenzi: "Abbiamo ridotto la capienza del Museo della Città, la mostra è un posto sicuro"

"Sono due collezioni importanti, speculari - racconta l'assessore alla Cultura, Simone Lenzi - che raccontano un pezzo di storia dell'arte italiana del Novecento. Al Museo della Città verranno esposte opere di Carrà, Morandi, Guttuso. Sarà una bella mostra". Da visitare in completa sicurezza. "Il dpcm ci consentirebbe di ospitare all'interno delle sale del polo dei Bottini dell'Olio circa 75 visitatori alla volta - prosegue Lenzi - ma, per estrema prudenza, abbiamo ridotto la capienza a 50 persone. Sono garantite tutte le misure di sicurezza, distanziamento, aerazione delle sale, igienizzazione. Il museo è un posto sicuro". 

"La città non è chiusa, facciamo attenzione ma continuiamo a vivere"

Al Museo della Città si entrerà su prenotazione e gli ingressi saranno contingentati. "Non mi aspetto i numeri esaltanti della mostra su Modigliani, quello era un altro mondo, ma spero in una buona risposta del pubblico. La città non è morta, chiusa, c'è ancora modo di godersi le cose belle in sicurezza - dice ancora l'assessore Lenzi -. Non siamo in lockdown, credo sia giusto fare tutto ciò che è permesso stando nelle regole e usando il buonsenso. Viviamo con attenzione ma viviamo". Anche andando a vedere una bella mostra in città.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carrà, Morandi, Guttuso: al Museo della Città arrivano i capolavori del Novecento. Lenzi: "Livorno non è chiusa"

LivornoToday è in caricamento