rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Attualità Magenta-Origine / Via Enrico Mayer, 57

"Mozartiana", ultimo appuntamento della stagione sinfonica al Goldoni

Appuntamento per la serata di venerdì 17 maggio

Venerdì 17 maggio, alle 21, ultimo appuntamento al Goldoni con la stagione sinfonica 2023-2024. Protagonista l'Orchestra del Teatro Goldoni diretta dal M° Giancarlo De Lorenzo, bacchetta che vanta una intensa attività concertistica in Italia ed all'estero con una trentennale carriera lo ha portato a collaborare con moltissimi solisti di fama internazionale. Nell'appuntamento a Livorno interamente dedicato a Wolfgang Amadeus Mozart, incontra il pianista Francesco Nicolosi, artista insignito di prestigiosi premi nazionali ed internazionali, tra cui, ancora giovanissimo, la vittoria al Concorso Internazionale d'Esecuzione Musicale di Ginevra che dette inizio a una carriera internazionale che lo consacra come uno dei pianisti più interessanti della sua generazione; da allora si è esibito nelle più importanti sale da concerto del mondo, dal Kennedy Center di Washington alla Queen Elizabeth Hall e Wigmore Hall di Londra, Victoria Hall di Ginevra, Salle Gaveau di Parigi, Teatro alla Scala e la Sala Verdi di Milano, Teatro dell'Opera e Accademia di Santa Cecilia di Roma, Teatro di San Carlo di Napoli, Herkulessaal di Monaco, Brahmssaal di Vienna, Megaron di Atene, etc.

Nicolosi sarà solista nel Concerto per pianoforte e orchestra in re minore n. 20 K 466, opera magistrale, in cui per la prima volta si assiste ad un rapporto simbiotico tra pianoforte e orchestra, con un linguaggio sonoro che diventa più intimo e complice e non più con la parte pianistica presente come un mero esercizio di virtuosismo, spesso avulso dalla scrittura melodica dell'orchestra. Si tratta di uno dei concerti tra i più amati ed eseguiti di Mozart (Beethoven fu così colpito dalla bellezza dell'opera da arrivare a scrivere personalmente le cadenze), composto a Vienna il 10 febbraio 1785, appena in tempo per la prima esecuzione assoluta che avrebbe avuto luogo il giorno successivo, con lo stesso compositore alla tastiera. Il programma della serata, che sarà presentata in apertura dal consulente musicale del Goldoni Paolo Noseda, proseguirà con la meravigliosa Sinfonia n. 38 in re maggiore K 504 "Praga" che deve evidentemente il nome alla città nella quale venne rappresentata per la prima volta il 19 gennaio del 1787

Programma ed esecutori di eccellenza per la chiusura della stagione: "Lo dicemmo subito, nell'aprile 2021, con i teatri allora chiusi per l'epidemia di Covid, che poteva sembrare un azzardo, ma oggi con il gradimento di pubblico in continua crescita e la qualità artistica dimostrata, possiamo dire che far nascere allora un'Orchestra e Coro del Teatro Goldoni è stato un bell'investimento soprattutto in cultura, ma non solo" – non nasconde la sua soddisfazione il Direttore amministrativo della Fondazione Goldoni Mario Menicagli che numeri alla mano ripercorre questi ultimi anni che lo hanno visto impegnato alla guida del Teatro di tradizione livornese con la direzione artistica di Emanuele Gamba – "Solo poche stagioni fa – prosegue – i concerti di musica classica in cartellone erano solo 3 contro i 17 di oggi per  22 serate complessive, più che triplicati gli abbonamenti con oltre 12.000 biglietti staccati in tre stagioni. E tutto questo, ricordo per inciso, a costo bassissimo per il Teatro per una precisa scelta di cercare ed investire in risorse e collaborazioni private come quella con Opera Music Management per la sinfonica. Privati che abbiamo ancora insieme a noi grazie alle aziende livornesi che sostengono i nostri laboratori corali ed orchestrali e per la Musica da camera grazie all'apporto di Menicagli pianoforti ed il progetto artistico di Carlo Palese con la rassegna Classica con gusto. Né ci siamo dimenticati della qualità ed esperienza dell'Orchestra della Toscana, che è stata con noi in stagione con tre bei concerti".

"L'epilogo della stagione sinfonica 2023-24 dell'Orchestra del Teatro Goldoni segna un traguardo storico per la compagnia labronica – argomenta il General manager dell'Orchestra Luciano Corona, anch'egli professore d'orchestra – perché cade con il termine del primo triennio realizzato con il contributo del Ministero della Cultura. Dal 2021 l'attività dell'Orchestra, finanziata quasi esclusivamente con fondi privati, è cresciuta esponenzialmente, piazzandosi ai primissimi posti nazionali come qualità artistica e contribuendo a circa 200 giornate lavorative annue che hanno rappresentato un volano lavorativo e culturale per i Professori d'Orchestra e il pubblico livornese. Testimonianza di ciò – prosegue il M° Corona – è la presenza nel concerto del 17 maggio di due esponenti importantissimi del mondo culturale italiano, il Direttore Giancarlo De Lorenzo, direttore artistico dell'Orchestra Sinfonica di Sanremo e il solista Francesco Nicolosi, Presidente della commissione del Fondo Nazionale dello Spettacolo dal Vivo. La partecipazione a produzioni internazionali e tournée completano un'attività cresciuta esponenzialmente e il "miracolo musicale" dell'Orchestra, la quale è stata invitata nel 2024 in Francia, Abu Dhabi, Libano, Corea e Giappone".

Info
Biglietti ancora disponibili al botteghino del Teatro Goldoni (tel. 0586 204290) martedì e giovedì ore 10/13; mercoledì, venerdì e sabato ore 16.30/19.30 ed online su goldoniteatro.it e ticketone.it; prezzi posto unico 10 euro - 5 euro ridotto under 20. Tutte le info su www.goldoniteatro.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mozartiana", ultimo appuntamento della stagione sinfonica al Goldoni

LivornoToday è in caricamento