Sabato, 18 Settembre 2021
Attualità

Nuovo Dpcm, chiusi anche i musei: lockdown totale per la cultura. Lenzi: "Le mostre? Forse online"

Le decisioni nel nuovo decreto si abbattono su un settore già in difficoltà. In città chiude l'esposizione, appena inaugurata, "Vissi d'arte" sui capolavori del Novecento

Stop anche ai musei. L'ultimo Dpcm - che dovrebbe entrare in vigore dalla mezzanotte di mercoledì 3 novembre - fa cadere anche l'utimo baluardo della cultura dopo la chiusura di cinema, teatri e sale concerto. Un lockdown totale, quindi, per un settore già messo a dura prova dalle precedenti decisioni del governo. E così anche Livorno, al pari delle altre città in Italia, vede calare il sipario sulle esposizioni, tra cui "Vissi d'arte" che era stata inaugurata il 30 ottobre. 

Il provvedimento, già anticipato nelle scorse ore dal ministro Dario Franceschini, è stato confermato questa mattina dal premier Conte, ed è destinato a scatenare ulteriori polemiche dal momento che l'impatto sul settore e i suoi lavoratori, spesso in gran parte precari, potrebbe essere disastroso. Oltre allo sconcerto per una decisione che sembra quasi una punizione inflitta a una categoria che aveva dimostrato di saper rispettare le regole, c'è anche la delusione per un provvedimento che pone ancora una volta la cultura tra le attività non essenziali.

Museo della Città, chiude la mostra appena inaugurata "Vissi d'arte"

In ballo questa volta, oltre al lavoro di guide turistiche, custodi, vigilanti e altre figure che ruotano intorno alle strutture museali, ci sono anche anche le importanti spese sostenute per adeguare i servizi alle normative anticontagio. E la mannaia del Dpcm colpisce anche Livorno dove, proprio nelle scorse ore, era stata inaugurata al Museo della Città  la bella mostra "Vissi d'arte - cento capolavori dalle collezioni Della Ragione e Iannacone". Un gesto di coraggio e di fiducia verso la città e, soprattutto, un modo per dimostrare, come aveva asserito l'assessore alla Cultura Simone Lenzi "che è necessario stare alle regole ma continuare a vivere". 

Simone Lenzi: "Valutiamo l'utilizzo del web come strumento per portare avanti le attività culturali"

"Questo provvedimento era nell'aria. Appena avremo sul tavolo il decreto decideremo con gli uffici competenti come muoverci per portare avanti in qualche maniera le attività culturali - ha dichiarato l'assessore Lenzi -. Abbiamo il canale Livù, attivato all'indomani del primo lockdown e continueremo a utilizzare il web come strumento. Devo ancora parlare col curatore della mostra 'Vissi d'arte' Sergio Risaliti per vedere se c'è la possibilità di visite virtuali. L'esposizione è in programma fino al 31 gennaio e la speranza è di poterla riaprire dal vivo prima di quella data". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Dpcm, chiusi anche i musei: lockdown totale per la cultura. Lenzi: "Le mostre? Forse online"

LivornoToday è in caricamento