menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Orti urbani, discarica a cielo aperto tra bombole del gas e spazzatura. Il collettivo: "Adesso basta, puliamo noi"

Gli ortolani denunciano il perdurare dello scarico di immondizia e materiale di risulta di costruzioni nella zona adiacente a via dell'Ambrogiana. Ceraolo: "Non siamo mai intervenuti in quell'area, adesso è il momento di farlo"

C'è preoccupazione e rabbia tra i contadini degli Orti urbani di via Goito dato il perdurare dello scarico, nella zona che confina con via dell'Ambrogiana, di materiale di risulta di costruzioni, bombole del gas, tubi di plastica e sacchetti della spazzatura con rifiuti riconducibili alla cura di anziani (siringhe da insulina, pannoloni usati) gettati di là dal muro che separa la strada dagli Orti. Come se non bastasse, su quel pezzo di terreno due settimane fa sono stati fatti dei lavori con l'impiego di una ruspa che, scavando, ha riportato alla luce una notevole quantità di rifiuti edilizi che giacevano sotto terra. Ciliegina sulla torta un container arrivato chissà da dove che campeggia sul resto dell'immondizia in attesa di essere rimosso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Quella adiacente a via dell'Ambrogiana - dice Giovanni Ceraolo, attivista del comitato degli Orti urbani - è una zona su cui il collettivo ha sempre evitato di operare, ma ora abbiamo deciso di denunciare e intervenire. Nelle prossime settimane insieme agli ortolani, ai cittadini volenterosi e alle associazioni ambientaliste come Acchiapparifiuti, Radical Factory e Sons of the Ocean, organizzeremo delle giornate di pulizia dell'area per restituirla a nuova vita e renderla nuovamente fruibile a tutti. Servirà senz'altro l'intervento di Aamps per portare via tutto quello che raccoglieremo e anche perché molti rifiuti sono probabilmente speciali e altri ingombranti". Anche Arianna del comitato degli Orti è stanca: "Alcune persone e ditte edili hanno preso questa zona come una discarica a cielo aperto. È un peccato che manchi il rispetto per un progetto, quello degli Orti urbani, aperto a tutta la cittadinanza e che ha salvato dalla cementificazione un polmone verde in mezzo alla città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piatti locali, la ricetta delle telline alla livornese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento