#Pavochallenge, la siuski di Pavoletti fa impazzire i social: "I tuffi? A Livorno sono un'arte"

Il tormentone dopo un post su Instagram in cui il bomber del Cagliari, livornese doc, si cimenta nel più tipico dei tuffi di casa: "Da ragazzino ai Bagni Lido ogni posto era buono per provare"

Leonardo Pavoletti (foto cagliaricalcio.com)

"Da bambino ai Lido ogni punto era buono...". Inizia così l'intervista a Leonardo Pavoletti (foto concesse da cagliaricalcio.com), 30enne attaccante del Cagliari ma livornese di scoglio. Pavoletti non è soltanto un grandissimo bomber reduce da una stagione con 16 gol in 32 partite in serie A, è anche un mezzo fenomeno social, da oltre 200mila followers su Instagram e un paio di hashtag dedicati, e persino un discreto tuffatore. Non alla Di Biasi o Cagnotto, ma abbastanza per meritarsi applausi da una spalletta dei Bagni Lido o dagli scogli di Calignaia. Lo testimonia la buona esecuzione di una siuski, il più livornese di ogni altro tuffo, postata a fine giugno sul proprio profilo Instagram e diventata presto un tormentone sfociato nell'hashtag #Pavochallenge.

I tuffi alla livornese: dall'Ovo alla Siuski: vince chi fa più schizzi

Tutti pazzi per la #Pavochallenge, su Instagram parte la gara di tuffi

Come nel 2018, quando un fanta-allenatore gli dedicò la #Pavorap (un brano creato sulla base di Young, Wild and Free di Snoop Dogg e Wiz Khalifa), anche quest'anno l'attaccante ex Genoa, Napoli e Sassuolo è diventato protagonista sui social quasi per caso. Nonostante la buona riuscita del tuffo - per la verità, a nostro modesto avviso, bene solo gli schizzi; la tecnica scarseggia e soprattutto manca il fischio -, Pavoletti è stato bonariamente dileggiato da amici e colleghi.

☀️🐳Siusky bomb💣🌊 #vacanze #ibiza

Un post condiviso da Leonardo Pavoletti (@pavoletti) in data:

Prese in giro che hanno scatenato la reazione simpatica e al tempo stesso orgogliosa e provocatoria del giocatore: "Sei capace di farla meglio?", la risposta al giudizio negativo dato da Lys Gomis, portiere del Teramo, o "La siuski è un arte" detto al conduttore radiotelevisivo Federico Russo. Fino al "Ma cosa vuoi che ne sappiano loro", diretto all'amico e collega concittadino Marco Moscati. Chi, invece, Pavoletti lo ha preso sul serio, ha iniziato a inviare stories di tuffi improvvisati, con hashtag #Pavochallenge, che in poco tempo sono diventate un tormentone. Estivo, certo, di sicuro buono per scambiare due chiacchiere con Leonardo. 

Leonardo Pavoletti (1)-2

Allora Leonardo, dopo la #Pavorap arriva la #Pavochallenge: ti aspettavi che da quella Siuski postata su Instagram nascesse un altro tormentone dei tuoi?
"Sinceramente è nato tutto per caso. Dopo la mia Siuski a Ibiza, le persone hanno iniziato a mandarmi video dei loro tuffi e da lì è venuta l'idea della #pavochallenge".

Genova, Napoli e adesso Cagliari, tutte città di mare. Anche lì hai ritrovato la stessa passione per i tuffi che c'è a Livorno? 
"Credo che ovunque ci sia la voglia di divertirsi facendo dei tuffi. Ma a Livorno è una vera e propria arte: siuski, militare, shizzan, ovo fanno parte di noi come la Fortezza Vecchia, i Quattro Mori e l'amaranto". 

Da come ne parli sei cresciuto a pane e tuffi. Hai qualche aneddoto particolare da raccontare?
"Tutto questo mi porta alla mente i mille pomeriggi spensierati con gli amici. Si passava il tempo a fare la gara a chi schizzava più in alto, a fare le gabbionate o a scegliere i gusti più buoni delle granite". 

Leonardo Pavoletti (2)-2

E da ragazzino qual era il campo di allenamento per le Siuski?
"Ogni posto ai Lido con almeno un metro d'acqua andava bene. Il mio preferito? Uno dove però non si poteva e giustamente i bagnini venivano a farci la ramanzina". 

Su Instagram dici che la militare non era il tuo forte, mentre con la Siuski te la cavi. Sapresti tramandarne "l'arte" a tuo figlio? 
"La Siuski si impara solo con la pratica: Siuski dopo Siuski si affina il metodo. Quando Giorgino sarà pronto gli insegnerò quei pochi trucchi che ho imparato. Poi starà a lui esercitarsi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sei pronto a sfidare i tuoi colleghi in una #pavochallenge league? Chi potrebbe darti filo da torcere?
"Il mio amico e compagno di squadra Cerri si è cimentato nella Siuski e per essere la prima, se l'è cavata bene. Però soltanto un vero livornese mi può dare filo da torcere: proprio per questo mi diverto a vedere i video dei miei concittadini. Come concludere la #Pavochallenge? Sto pensando con il mio amico Iacopo Simoncini a un finale degno. Una mezza idea già ce l'abbiamo, vi terrò aggiornati sui social".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Precisamente a Calafuria", sequestrata la terrazza: "Balli e feste senza la certificazione di agibilità"

  • Coronavirus Toscana, impennata di nuovi casi: 61 positivi ma nessun ricovero in più. Il bollettino di domenica 9 agosto

  • Scopaia, muore in casa a 53 anni: indaga la polizia

  • Cessione Livorno, ultimatum Spinelli: "Aspetto Fernandez ancora oggi, poi..."

  • Cessione Livorno, Fernandez a Genova da Spinelli: 48 ore per chiudere

  • Mozziconi di sigaretta per terra, l'invenzione di Dashi per pulire la città: "Così combatto l'inciviltà"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento