Porto, al via la demolizione di una gru pericolante

La gru, attualmente, sta impedendo l'accesso alla banchina 78. I lavori dureranno circa venti giorni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LivornoToday

Partiranno a breve i lavori di demolizione della gru pericolante che si trova sulla banchina 78, accosto pubblico che assieme alla 76 fa parte del comparto delle riparazioni navali, per il quale è in corso la gara di assegnazione del compendio dei bacini di carenaggio (quello galleggiante e quello in muratura). La gru, una Ansaldo da 20 tonnellate di portata, un impianto che si muove su rotaie fisse, è stata immatricolata nel 1985 ed è pericolante al punto tale che la banchina sulla quale si appoggia è stata da tempo interdetta all'uso. I lavori di demolizione, affidati alla ditta Metal Trading di Gavardo (Brescia), verranno ultimati in circa 20 giorni; i cantieri verranno allestiti a cominciare dal 7 febbraio.

Con la rimozione del manufatto sarà quindi possibile restituire la 78 ai suoi usi legittimi, ovvero alle attività di riparazione e supporto del bacino galleggiante. Si tratterebbe del secondo importante risultato dopo la demolizione di un'altra gru gemella sulla 76, accosto anch'esso pubblico che si trova sul lato a terra del “bacinone” e che da qualche settimana è ritornato alla piena operatività: oggi e è già al servizio di due operatori che la utilizzano per le attività di allestimento e riparazione. 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento