rotate-mobile
Attualità

Livorno compie 416 anni, il programma delle celebrazioni del 19 e 20 marzo

Ecco gli eventi per ricordare l'elevazione a città. Previsti un corteo lungo i fossi, la messa in duomo e diverse esibizioni in Fortezza Nuova

Due giorni di eventi, il 19 e 20 marzo, per celebrare i 416 anni dell'elevazione di Livorno a città. Il ricco programma vedrà coinvolti l'amministrazione comunale, l'associazione di rievocazione storica "La Livornina", i comitati delle gare remiere e l'associazione culturale New Image. La due giorni sarà carraterrizata da un corteo sulle vie d'acqua, dalla celebrazione in cattedrale e da appuntamenti pomeridiani in Fortezza Nuova. 

"Abbiamo vissuto due anni con poca visibilità, ma in questo 2022, nonostante i venti di guerra e il Covid ci sono le condizioni per organizzare qualcosa di speciale - sottolinea il sindaco Salvetti -. Celebriamo due giorni di eventi in una veste storica unica ai quali sono certo parteciperanno molti livornesi e toscani". 

Gli eventi per celebrare il 416esimo anniversario di Livorno

Sabati 19 marzo

Alle 16 avvio del corteo storico con il sindaco che, con un corteo di soldati dell'epoca, verrà scortato alla Cantina Barontini per aprire il corteo su una barca d'epoca. La barca del sindaco con due armigeri avvierà il corteo sui fossi dove, transitando davanti ai vari punti di attracco delle cantine, a partire da quella del Palio chiamerà a raccolta tutte la associazioni remiere e le barche che hanno aderito all'iniziativa.

Alle 18 il corteo, dopo un giro completo dei fossi, attraccherà alla Fortezza Nuova alla Falsa Braga con un saluto dal piazzale esterno della fortezza a tutta la città insieme a tutte le cantine ed a tutti i protagonisti delle Vie d'Acqua di Livorno. 

Domenica 20 marzo

Alle 9.30 partenza del corteo a piedi dalla Fortezza nuova verso piazza Grande dove ci sarà un'esibizione del gruppo di musici e sbandieratori di Montopoli Val D'Arno. Alle 10.30 si terrà la santa messa officiata dal vescovo Simone Giusti alla presenza delle autorità cittadine e regionali, al termine della quale sarà messa in scena la cerimonia del "Capperuccio" con il quale Bernardetto Borromei venne insignito dal Granduca Ferdinando I De' Medici della carica di primo gonfaloniere togato. 

In Fortezza nuova alle 15 ci sarà un'esibizione del gruppo di sbandieratori a cui seguirà  uno spettacolo di scherma a cura del gruppo storico di Suvereto "I Cavalieri di Ildebrandino". Inoltre sarà aperta per tutto il giorno la Mostra fotografica dei Costumi Storici della Livornina (area Ex Forno) in collaborazione con l'associazione culturale New Images. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livorno compie 416 anni, il programma delle celebrazioni del 19 e 20 marzo

LivornoToday è in caricamento