Attualità

Stalli blu, protesta il comitato Vivere il Centro: "Cancellazione a metà, dove sono i parcheggi promessi per i residenti?"

Le rimostranze dei residenti: "Dovevano essere sostituiti dagli stalli bianchi, ma i lavori sono stati interrotti. Come si può pensare di gestire così la mobilità urbana?"

"Nel trasformare gli stalli blu in bianchi cercheremo, ove possibile, di creare qualche posto auto in più, a vantaggio di chi vive in centro". Parole dell'assessore alla Mobilità, Giovanna Cepparello, quando a inizio gennaio fu dato seguito all'annullamento dei parcheggi a pagamento in diverse zone di Livorno, già in vigore da giugno 2020, con l'annuncio di una tinteggiatura delle strisce che avrebbe dunque consentito la sosta ai soli residenti muniti di apposito contrassegno. Un intervento che, secondo quanto denuncia denuncia il comitato Vivere il Centro, è però rimasto incompiuto almeno nella Ztl D, dove gli stalli blu cancellati sarebbero stati soltanto parzialmente riconvertiti in posti auto per residenti. 

Vivere il Centro: "Posti addirittura dimezzati, gli accordi erano altri"

"In merito al recente intervento per l'eliminazione degli stalli blu in Ztl D - attacca il comitato Vivere il Centro in una nota -, o siamo affetti improvvisamente da dissonanza cognitiva, oppure questa dissociazione è attribuibile ai nostri amministratori. Che pensano una cosa e nella realtà ne fanno un'altra. Infatti a partire dalla settimana scorsa, ecco il divieto di sosta nelle strade per il ripristino degli stalli bianchi. Notevolissimi disagi ma nella speranza di riscontrabili migliorie. Invece gli addetti ai lavori sono spariti dopo la seconda tornata, lasciando il resto del quartiere com'era. Si tratta di una rateizzazione dei lavori o cosa?"

"Gli accordi, un gentleman agreement, già a partire dalla passata amministrazione prevedevano che in alcune strade sarebbero stati ripristinati gli stalli a lisca di pesce nell'intento di recuperare qualche posto, invece niente di tutto questo - continua la nota di Vivere il Centro -. Sembra che come i loro predecessori gli attuali amministratori si attengano a misure inderogabili dettate dal ministero dei trasporti sulla lunghezza degli stalli in relazione alla carreggiata, cosa per altro già ampiamente contestata all'amministrazione precedente anche da esponenti di questa".

Biciplan, 7 linee ciclabili di collegamento tra i quartieri e il mare: ecco gli itinerari nel Pums

"Sorge il dubbio - concludono dal comitato - che i lavori dimezzati siano l'anteprima delle Zac (Zone Area Controllata) che con le modalità ad personam abituali assesterebbero il colpo definitivo alle già traballanti Ztl, facendo di Livorno un unicum regressivo in materia di sostenibilità. Al netto delle supposizioni, quella che traspare ancora una volta è la mancanza di volontà o l'incapacità di affrontare il nodo della mobilità urbana confermando, attraverso il diversivo di futuribili trenini verso Pisa o di piste ciclabili sull'Aurelia ingolfata dai Tir, lo stallo totale di progetti per una città più vivibile".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalli blu, protesta il comitato Vivere il Centro: "Cancellazione a metà, dove sono i parcheggi promessi per i residenti?"

LivornoToday è in caricamento