rotate-mobile
Attualità

The Cage, Haus of Sitrì e Savana Funk nel weekend: il programma del 13 e 14 gennaio

Venerdì party queer, sabato spazio al groove con la band italo-africana

Ancora un weekend all'insegna della musica dal vivo e del divertimento al The Cage. Venerdì 13 gennaio, a cura di Arcigay Livorno, si terrà il primo party del nuovo anno a firma Haus of Sitry, mentre sabato 14, sul palco di via del Vecchio Lazzeretto, saliranno i Savana Funk, trio formato dal chitarrista e autore Aldo Betto, il bassista Bake Franchetto ed il batterista Youssef Ait Bouazza.

The Cage, il programma di venerdì 13 gennaio

Dopo il successo di AstroSitrì, il più grande party queer di Capodanno della Costa in cui le Regine del venerdì sera hanno scrutato e interrogato le stelle riguardo a questo 2023, la follia e il divertimento a cura di Arcigay Livorno tornano con il primo party del nuovo anno a firma Haus of Sitrì. Al centro del salotto colorato e sfavillante di Madame Sitrì torneranno ad accogliervi Lalique Chouette, La Marchesa, Christine Lacroix, Robyn Folie, Stella Botox e Luca Dieci, per deliziarvi con il loro eclettico e originale show. Come ogni venerdì, al termine del drag show, dj set per ballare e stare insieme fino a tarda notte con Disco inclusive di Sharon Ops e Matteino Dj. Ingresso dalle ore 23, show dalle ore 23.30. Biglietti acquistabili direttamente alla biglietteria del The Cage al costo di 10 euro, 8 per i tesserati Arcigay.

The Cage, il programma di sabato 14 gennaio

Per la seconda settimana di musica del 2023 il The Cage ospita i Savana Funk, un trio davvero particolare formato dal chitarrista e autore italiano Aldo Betto, dal bassista nato a Londra da famiglia italo-ganese Blake Franchetto e dal batterista berbero-romagnolo Youssef Ait Bouazza. Il gruppo nasce nel 2015 a Bologna con la black music come minimo comune denominatore, si accende da subito grazie a una rara sintonia artistica e comincia a produrre brani dal groove possente e dal sound accattivante che attraversano blues, rock psichedelico, hip hop, musica europea e africana con la costante del funk e del jazz. Punto di forza del trio è senz’altro il live, dove i brani e le strutture si possono dilatare all’inverosimile e dove l’energia può essere sprigionata fino in fondo.

Reduci da un elettrizzante live a Berlino dello scorso 15 dicembre, i Savana Funk arrivano sul palco del teatrino con il loro ultimo lavoro, il disco "Ghibli", pubblicato per Garrincha Edizioni Musicali e realizzato con la collaborazione del tastierista di Zucchero Nicola Peruch. Ghibli è il nome libico del nostro Scirocco, il vento caldo che soffia da sud-est e che dall’Africa arriva verso il Mediterraneo. Questa contaminazione tra Europa e Africa si rivela nella sensibilità musicale dei Savana Funk, che forti delle proprie differenze culturali e di formazione artistica si divertono a spaziare fra musica berbera, maliana, ghanese, blues, elettronica, punk, rock psichedelico, pop, il jazz, funk e afrobeat. Un mix singolare e sfaccettato che vale la pena di essere goduto dal vivo. Prevendite acquistabili su Dice al costo di 12 euro. A seguire fino a tarda notte dj-set a cura di My Generation, ingresso 10 euro con consumazione inclusa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

The Cage, Haus of Sitrì e Savana Funk nel weekend: il programma del 13 e 14 gennaio

LivornoToday è in caricamento