rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Attualità

The Cage, Giorgio Mannucci e i Seed'n'Feed nel weekend: il programma del 6 e 7 gennaio

Venerdì sul palco di via del Vecchio Lazzeretto si esibirà il cantautore livornese, sabato spazio alla band viareggina. Domenica djset alla mostra di Banksy al Museo della Città

Ricco weekend all'insegna del divertimento e della musica dal vivo al The Cage. Venerdì 6 gennaio, sul palco di via del Vecchio Lazzeretto, si esibirà il cantautore livornese Giorgio Mannucci, mentre sabato 7 sarà la volta dei Seed'n'Feed, band viareggina che presenterà la ristampa in vinile di "Modulo25" e, soprattutto, "Punk Rock Zombies", l'ultimo album del gruppo composto da undici tracce di punk melodico. Domenica 8, invece, il The Cage entrerà al Museo della Città con un djset che accompegnerà i visitatori alla mostra di Banksy.

The Cage, il programma di venerdì 6 gennaio

 Torna al The Cage il cantautore livornese Giorgio Mannucci con la propria band al completo e lo fa portando sul palco entrambi gli album pubblicati nel 2022, "Musiche per film che non esistono" e "Scoprire". Il primo, uscito nel marzo scorso per Black Candy Records, è un disco strumentale che raccoglie dodici brevi tracce, suggestioni veloci che prendono per mano l'ascoltatore e lo accompagnano in dodici mondi lontani e diversissimi fra loro, suggerendo scorci, attimi di vita non ancora raccontati eppure già scritti in musica. Un disco insolito, capace di regalare piccole gocce di emozione, nato come colonna sonora di alcuni brevi videoclip prodotti e montati proprio dallo stesso Mannucci. Il secondo, invece, è appena stato pubblicato per Blackcandy Produzioni con la collaborazione di Tommaso Bandecchi, Lorenzo Buzzigoli e Ale Bavo ed è in tutto e per tutto un vero e proprio lavoro cantautoriale. Un album dove Livorno è al centro della scena, tra il ricordo dell'alluvione del 2017, nel brano "Nelle mie scarpe", o l'omaggio ad altri luoghi precisi, come in "Ardenza mare" e "Via Santo Stefano", fino alla Livorno della vita personale dell'autore, come nei ritratti del suo cane Pimpa o di quello di un amore che non c'è più. Una Livorno che non cede al provincialismo e attraverso il grande lavoro che emerge dalla raggiunta maturità dei testi riesce a farsi universale e a parlare dei luoghi e delle vite di tutti.

Giorgio Mannucci ha cominciato la propria carriera musicale nel 2005, con i The Walrus, con cui ha prodotto due dischi. Dopo anni con i Mandrake e una parentesi importante con i Sinfonico Honolulu, nel 2017 pubblica il suo primo disco solista, Acquario, che riceve subito critiche molto positive e gli permette di collezionare aperture illustri come quelle a Diodato e Gazzelle. Venerdì 6 gennaio lo accompagneranno sul palco Daniele Catalucci (basso elettrico), Alessio Carnemolla (batteria), Francesco Carone (piano e synth) e Afra Mannucci (violoncello). In apertura suonerà giuliomaria, che dopo le esperienze nei progetti Nervi e La Notte ha pubblicato nel 2022 il suo primo EP, Vol.1, caratterizzato da atmosfere sognanti ed evocative. Prevendite sul circuito Dice, biglietto 10 euro.

The Cage, il programma di sabato 7 gennaio

Dopo più di dieci anni atterrano di nuovo sul palco del The Cage i Seed'n'Feed per presentare la ristampa in vinile di "Modulo25" ma soprattutto "Punk Rock Zombies", l'ultimo album del gruppo composto da undici tracce di punk melodico realizzato in collaborazione con Inconsapevole Records, NoReason Records, Duff Records e Spaccio Dischi. Nati nel 1994 a Viareggio, i Seed'n'Feed si stanno avvicinando al terzo decennio di attività e dimostrano di essere in gran forma, resistendo ai trend e mantenendo una propria riconoscibilissima identità, al di là delle sperimentazioni stilistiche. Nonostante siano infatti passati quasi tredici anni dall'ultimo album, il nuovo "Punk Rock Zombies" contiene undici brani potentissimi che tradiscono la grande voglia di ritorno alle origini. Il disco, seppur fieramente punk rock, è aperto alle contaminazioni e il risultato finale sono trenta minuti di musica che scorrono piacevoli e leggeri, ma assolutamente non banali.

Questa ultima fatica della band, la sesta, è un album che riesce a regalare qualcosa in più dell'hardcore punk ed è godibile anche per i neofiti del genere. I Seed'n'Feed si sono formati nei primi anni ‘90 e album dopo album, concerto dopo concerto hanno conquistato credibilità e rispetto presso i colleghi e gli addetti ai lavori (Linea 77, The Fire, Dufresne per citarne alcuni), oltre a una fan base di fedelissimi in costante crescita. Nel corso degli anni si sono esibiti su molti palchi europei, dalla Germania all'Austria, alla Svizzera, alla Slovenia, all'Olanda, al Belgio e alla Danimarca e sono arrivati a condividere il palco con band quali Undeclinable, Samiam, Mondo Generator, H2O. È del 2003 il fortunato "Modulo 25", disco interamente in italiano, inizialmente pubblicato per Agitato Records e poi ristampato da Inconsapevole Records, la neonata etichetta fondata da alcuni membri della stessa band. Il singolo Satelliti, facente parte di quello stesso disco, riuscì a rimanere nella classifica di RockFM per settimane. Prevendite sul circuito Dice, biglietto 10 euro. A seguire fino a tarda notte dj-set a cura di My Generation, ingresso 10 euro con consumazione inclusa.

Il The Cage al Museo della Città

 Il The Cage entra al Museo della Città. Lo farà per tre domeniche da qui a marzo, all'interno della mostra di Banksy intitolata Realismo Capitalista. La prima cade proprio l'8 gennaio, per dare il via a un'idea nata in collaborazione con Itinera e in accordo con l'Amministrazione comunale. Cosa succederà? Domenica 8 gennaio, domenica 5 febbraio e domenica 5 marzo, sempre con orario 17-21, il The Cage sarà presente all'interno del percorso espositivo con un djset che accompagnerà i visitatori nella fruizione della mostra di Banksy, in corso al Museo della Città di Livorno fino al 19 marzo 2023. Street art e musica sono due linguaggi ricchi di affinità e contaminazioni, pertanto è sbocciato naturale questo incontro che rappresenta una novità per Livorno e per tutti coloro che se la godranno.

Nelle tre date fissate in agenda non ci saranno costi aggiuntivi rispetto a quelli canonici per l'ingresso alla mostra. Si parte quindi questa domenica, quando in consolle ci sarà Troublekidd, nickname di Michele Buonamini, dj livornese che porterà un set fatto per lo più di musica british, strizzando l'occhio proprio alla terra d'origine di Banksy. Impianto e consolle saranno collocati in un punto congeniale del percorso espositivo, in modo da intrattenere i visitatori e fare da sottofondo a un'esperienza che sarà capace di catturare tutti i sensi. Un modo diverso, per vedersi una mostra, un'occasione da non perdere. Anzi, tre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

The Cage, Giorgio Mannucci e i Seed'n'Feed nel weekend: il programma del 6 e 7 gennaio

LivornoToday è in caricamento