Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mostra Modigliani, Capossela canta Modì al Museo della città: il video del backstage

La visita dell'artista irpino che tra le tele opere esposte ai Bottini dell'Olio ha interpretato il suo brano del 1991 dedicato al pittore livornese

 

Vinicio Capossela è il regalo finale della mostra di Modigliani al Museo della città e arriva proprio sul gong dell'esposizione che, non fosse stato per l'apertura straordinaria di oggi lunedì 17 febbraio, avrebbe ufficialmente chiuso i battenti ieri sera. Il cantautore si è presentato ai Bottini dell'Olio appena dopo la mezzanotte con mantello e cappello neri, accolto dal sindaco Luca Salvetti e dagli asessori alla Cultura e al Bilancio, Simone Lenzi e Viola Ferroni.

Sorridente, di pochissime parole, il 54enne cantautore di origini irpine si è soffermato davanti al ritratto di Jeanne Hébuterne e a Bambina in azzurro, esibendosi poi all'organo, accompagnato da fisarmonica, in una suggestiva versione acustica di Modì (1991), il brano - nonché album - che Capossela dedicò nel 1991 all'artista livornese. Un ritratto in musica di Modigliani, visto con gli occhi della sua amata, e del rapporto con la sua Livorno (Per amore tradivi / Per esister morivi / Per trovarmi fuggivi fin qua / Perché Livorno dà gloria / Soltanto all'esilio / E ai morti la celebrità) che è stato registrato e che diventerà un videoclip di prossima uscita.

Potrebbe Interessarti

Torna su
LivornoToday è in caricamento