rotate-mobile
Attualità

X Factor 2021, la confessione di Erio: "A scuola ero un secchione tranne che in musica. L'amore? Terribile, ci lavorerò"

Intervista al 35enne artista nato e cresciuto in provincia di Livorno, eliminato nella semifinale del talent di casa Sky: "Sono lento, mi piace cazzeggiare e mi vergogno delle figure di m... Chi vince? Ecco il mio pronostico"

È corso a farsi coccolare dalla mamma, lontano dai riflettori e dalle telecamere sotto ai quali ha vissuto praticamente per due mesi e più. Ma non è ancora riuscito a dormire quanto avrebbe voluto né a mangiare il suo piatto preferito, come auspicato pochi minuti dopo l'eliminazione nella semifinale di X Factor 2021. Un'esperienza fatta a 35 anni, nel pieno della maturità, ritenendo che fosse questo il momento giusto per calcare quel palco dove Erio, all'anagrafe Fabio Franovich, ha stravolto ogni canone televisivo, portando al teatro Repower di Assago (Milano) la sua sensibilità artistica e umana, mantenendo la sua autenticità senza farsi contaminare da ciò che non gli sarebbe stato proprio.

X Factor, Erio eliminato in semifinale: è lite tra Emma e Manuel Agnelli. Video

Nato e cresciuta nella provincia di Livorno, tra le campagne di Parrana e Riparbella, Erio si è formato "in quei paesini dove ci si conosce tutti, i ritmi sono lenti e la cultura diversa rispetta a quella della città. Qui non seguivamo il punk dei Blink 182 o dei Green Day come a Livorno - confessa -, avevamo le nostre piccole band che non avrebbero mai suonato ma la musica era il nostro piccolo mondo, il modo per passare il tempo. Poi a venti anni mi sono messo a studiarla seriamente per diventare bravo e nel 2015 ho prodotto il mio primo disco". 

Adesso, forte di una crescita professionale e della stima dei giudici - su tutti Manuel Agnelli, tra l'altro produttore del suo inedito -, è pronto a tornare fuori dalla televisione, per proseguire un percorso che preferirebbe stabile e duraturo piuttosto che esplosivo ma limitato nel tempo. E con un obiettivo che va al di là della musica: "Vorrei concentrarmi sull'amore - confida Erio in una lunga intervista LivornoToday - l'unico aspetto della mia vita che ancora non mi rende tranquillo".  

 

ERIO_vertiacale-2Buongiorno Erio, sei riuscito a dormire e a mangiare quello che volevi?
"Assolutamente no, anzi. È stata una fregatura. Dopo l'eliminazione la sveglia è suonata alle 8.30 per una serie di interviste che non sapevo di avere e non ho mangiato. La notte, poi, non avevo praticamente chiuso occhio, ero stralunato. Quindi no, non sono ancora riuscito a fare cosa mi pare. Anche per questo sono corso da mamma".

Ti farai preparare qualcosa da lei?
"Esatto. Ma sono vegano, non è che ci sia troppa scelta. Tuttavia sono anche un gran pastaro. Credo che mi farò fare la pasta al forno con una ricetta vegana".

Dispiaciuto per essere uscito a un passo dalla finale?
"Sono molto contento dell'esperienza che credo di aver fatto nel momento giusto. I giudici sono sempre stati molto carini, hanno avuto molto rispetto per il mio percorso artistico, di fatto già chiaro, e sono molto riconoscente a Manuel Agnelli che ha dimostrato di avere per me un affetto genuino e vero. Certo, in finale avrei potuto dire la mia, ero completamente differente dagli altri. Più che altro sarebbe stato bello fare uno spettacolo al Forum".

Chi vincerà X Factor 2021?
"Tifo per i Bengala Fire per il lavoro fatto in team con Manuel e Fellow perché sono un suo sostenitore, abbiamo legato tantissimo: è una persona molto bella dentro e fuori. Ma alla fine credo che vincerà Gianmaria: subito dall'inizio è stato quello con più followers, con più streaming. Sta già vincendo a livello discografico ma forse proprio per questo è quello che ha meno bisogno di arrivare primo. Sono molto curioso di come andrà a finire e comunque...".

E comunque?
"E comunque non è detto che chi vinca poi resti sulla cresta dell'onda, come la ci insegna la stessa storia di X Factor o Sanremo. Io, tra l'esplosione immediata ma limitata e una crescita organica, magari nel giro di 5 o 6 anni, scelgo quest'ultima strada".

Al di là della gara, che tipo di esperienza è stata?
"Bellissima, quest'anno c'era un clima di grande serenità già dalle audition e dai bootcamp. Con Nava ci sentiamo tutti i giorni, così come con Fellow. Ma si sono creati rapporti familiari anche con tutte quelle persone che lavorano dietro le quinte e il pubblico non vede, sono eccezionali. Devo dire che il programma è stato comunque molto rispettoso della nostra privacy, una cosa che ho apprezzato molto".

Una canzone che avresti voluto rubare ai tuoi colleghi?
"Mi piace molto il primo inedito di Baltimora, 'Altro', lui è bravissimo e molto maturo. La canzone che invece avrei voluto scrivere ma che è già stata scritta è 'Both sides now' di Joni Mitchell. Un pezzo bellissimo, pregna di significato".

ERIO_dorato-2

Come è cambiata la tua vita dalla campagna ai riflettori?
"Ancora non mi rendo conto, non ho la percezione di come sarà fuori. Per ora sto facendo molte interviste". 

Interviste che ti avranno già stancato...
"Ma no dai. A volte però vorrei domande più stupide, tipo obbligo o verità, e invece sono sempre domande intelligenti.

Partiamo: qual è la cosa che ti diverte di più?
"Le persone divertente ma è rarissimo che capiti. Dentro X Factor c'era Alex, il batterista dei Bengala, un ragazzo con dieci personalità, un comico naturale. A me piace molto cazzeggiare, di solito sono io il buffone della comitiva e in queste occasioni mi piace anche essere al centro dell'attenzione".

Cosa ti fa vergognare?
"Le figure di merda, ne faccio tantissime. Anche qui nel programma, dove eravamo quasi sempre microfonati. Mi capita spesso di parlare e dire cose che non dovrei in presenza di altre persone. Ogni tanto devo imparare a tenere la bocca chiusa"

X Factor 2021, i segreti di Erio cresciuto nella Livorno proletaria: "All'epoca ero anarchico"

Ricordi tra i banchi di scuola: la materia preferita e quella in cui andavi peggio
"Ero un super secchione, non prendevo mai meno di sette. Però la materia in cui andavo peggio, almeno alle medie, era musica. Questa cosa del flauto era terribile, avevo il terrore dell'ora di musica. Mettersi il flauto in bocca era super imbarazzante ed i suoni che uscivano assolutamente senza grazia. È un'educazione a odiare la musica"

E in amore? Sei stato un ragazzo precoce?
"Macchè, ho sempre super dormito. Poi figurati, ho cambiato anche orientamento sessuale quindi è stato terribile ed è tutt'ora terribile. Ad ogni modo sto lavorando su me stesso per imparare a vivere l'amore con più serenità. È la cosa su cui mi concentrerò adesso che non sono più a X Factor perché mi rendo conto di avere delle turbe. È l'unica cosa della mia vita che ancora riesce a farmi sbandare, per il resto sono molto tranquillo".

Ringraziando Erio per la disponibilità, si ricorda che l'appuntamento con la finale di X Factor 2021 è giovedì 9 dicembre alle 21.15 su Sky Uno, su TV8 e in streaming su NOW. Sul palco ospiti Maneskin e Coldplay. Da venerdì 26 novembre è invece in radio e su tutte le piattaforme digitali "Fegato", il nuovo singolo di Erio scritto da Giuliano Sangiorgi e prodotto dallo stesso Erio insieme a Manuel Agnelli, Rodrigo D'Erasmo, Tommaso Colliva, Vanni Antonicelli e contenuto nell'album “X Factor Mixtape VOL. 2” (Sony Music Italy) disponibile su tutti i digital partner. All'interno dell'album troviamo anche "Amore vero", prodotto da Manuel Agnelli, Rodrigo D'Erasmo, Erio e Yakamoto Kotzuga e presentato dall'artista durante la prima puntata del Live di X Factor 2021.

(foto in pagina di Bianca Burgo - X Factor 2021)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

X Factor 2021, la confessione di Erio: "A scuola ero un secchione tranne che in musica. L'amore? Terribile, ci lavorerò"

LivornoToday è in caricamento