Cambio di stagione, tutti i trucchi per avere il guardaroba in ordine senza stress

I consigli per rendere impeccabile il nostro armadio

L'autunno sta ormai entrando nel vivo e, di conseguenza, è arrivato il momento di mettere via i vestiti leggeri per fare spazio a maglioni e cappotti nel cosiddetto cambio di stagione. Questo può rappresentare il momento ideale per mettere ordine e liberarsi di quello che non ci serve più, un'azione che incide positivamente sul nostro umore.

Come fare il cambio di stagione

La parola d'ordine è organizzazione, procedendo con ordine e accurattezza. Questi i passi fondamentali da seguire:

  • svuotare l'armadio;
  • selezionare e mettere da parte gli abiti e gli accessori da donare;
  • riporre da una parte i vestiti, le borse e gli accessori estivi e dall'altra quelli invernali, da sistemare nell'armadio;
  • riporre tutti i capi estivi in appositi scatoloni.

Liberarsi di vecchi vestiti e accessori 

È poi opportuno liberarsi degli abiti e degli accessori che non mettiamo più eliminando il superfluo mettendo in pratica il famoso decluttering. In questo modo risparmieremo tempo al prossimo cambio di stagione e occuperemo meno spazio nell'armadio, rendendolo più ordinato e organizzato.

Una volta individuati gli abiti che vogliamo tenere e quelli di cui ci vogliamo liberare, potremmo scegliere l'opzione che preferiamo: regalarli ad enti e associazioni benefiche, partecipare a mercatini dell'usato, portarli nei negozi dell'usato oppure partecipare ad uno swap party, incontri e feste che hanno come obiettivo lo scambio di oggetti tra privati.

Pulire l'armadio

Una volta svuotato, l'armadio deve essere pulito dalla polvere e igienizzato ricorrendo a detersivi chimici o rimedi naturali come limone e bicarbonato. Per concludere mettiamo poi un profumatore, che può essere realizzato anche con essenze e fragranze naturali. 

Contro le tarme si possono invece usare chiodi garofano, patchouli, cannella, cedro e lavanda.

Organizzare l'armadio

Pulti l'armadio, si deve passare alla sistemazioni di abiti, scarpe ed accessori.  Per organizzare gli spazi che abbiamo a disposizione possiamo ricorrere a scatole, buste, etichette e sacchetti sottovuoto, che aiutano a ridurre lo spazio occupato e a sfruttare al meglio ogni angolo dell'armadio.  Riponiamo quindi vestiti e accessori estivi in scatole e buste, dividendo gli indumenti per colore, per occasione d'uso o per tipologia e applicando un'etichetta all'esterno di ogni scatola, così da rendere il contenuto immediatamente riconoscibile. Per guadagnare spazio, possiamo utilizzare anche contenitori impilabili, meglio se in plastica, i quali potranno sostenere tutto il peso dei vestiti senza danneggiarli o spiegazzarli.

È importante ricordare di ripiegare i vestiti in modo corretto prima di conservarli nelle scatole o di riporli nell'armadio non solo per evitare che si spiegazzino, ma anche per non sprecare spazio all'interno di armadi e contenitori.

Infine, dopo aver pensato ai vestiti, è il momento di riordinare accessori come scarpe, sciarpe borse. Se possibile, creiamo uno spazio dedicato esclusivamente alle scarpe, riponendole ordinatamente e in modo accurato, così da non rischiare che si rovinino o perdano la forma, e dividendole per tipologia. Lo stesso vale per le borse, da dividere per colori, dimensione e occasione e da riporre in modo che siano visibili e in ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Caos Livorno, Sicrea sul gruppo Carrano: "Non ha ancora pagato le nostre quote, restano 48 ore"

Torna su
LivornoToday è in caricamento