rotate-mobile
Cura della persona

Manicure californiana: cos'è e come farla

Attraverso questa tecnica è possibile avere unghie sane e brillanti senza l'uso dello smalto

L'ultimo trend nella cura delle mani è rappresentato dalla manicure californiana, attraverso cui è possibile avere unghie curate e lucide in modo naturale e senza dover ricorrere a prodotti cosmetici, che possono talvolta risultare nocivi per la falda ungueale. Questo trattamento è unisex e può essere fatto anche a casa utilizzando pochi prodotti e strumenti essenziali.

Manicure californiana, che cos'è

La manicure californiana è un trattamento di "peeling" che rende le unghie luminose e lucide in modo naturale senza l'utilizzo dello smalto. Il suo obiettivo è idratare la pelle delle mani, offrendo nutrizione sia alle cuticole che alle unghie, rendendole morbide e lucide.

Come fare la manicure californiana

Per effettuare la manicure californiana sono necessari:

  • crema nutriente per unghie e cuticole:
  • bastoncini di legno d'arancio:
  • nail buffer a tre facce;
  • crema idratante per le mani.

Innanzitutto massaggia sulle mani la crema nutriente, insistendo in particolare sulla zona delle unghie e sulla pelle che le circonda. Il massaggio deve essere effettuato con movimenti circolari e senza fretta. 

Una volta assorbito in profondità il trattamento nutriente, puoi procedere con la rimozione dolce delle cuticole. Utilizza il bastoncino di legno d'arancio per spingerle il più possibile indietro, verso la matrice, evitando di strofinare in maniera eccessiva. Le cuticole risulteranno infatti ammorbidite dalla crema applicata e verranno via senza sforzi.

Una volta eliminati i residui di crema dalle unghie bisogna passare alla limatura. Il nail buffer a tre facce semplifica l'esecuzione presentando i numeri delle varie fasi su ogni lato.

La prima fase (da eseguire con il lato numero 1) consiste nell'accorciare le unghie, facendo attenzione a limarle in maniera delicata e sempre nello stesso verso, e nel dare loro la forma desiderata.

Con il lato numero 2, quello opacizzante, le unghie vengono levigate, così da appianare eventuali rigature ed eliminare il più possibile le imperfezioni e i residui della limatura appena effettuata. 

Con il lato numero 3, infine, si procede alla lucidatura. Passa delicatamente due o tre volte il buffer su tutta la superficie delle unghie senza premere né sfregare eccessivamente, in modo da conferirgli brillantezza e luminosità naturali. Il buffer, se usato in modo naturale, agisce in maniera delicata senza danneggiare la lamina garantendo come risultato unghie lucide, sane e curate. Per concludere, applica la crema idratante sulle mani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manicure californiana: cos'è e come farla

LivornoToday è in caricamento