Salute

Mal di gola da aria condizionata, cause e rimedi

Per evitare conseguenze negative sulla salute è necessario pulire periodicamente i filtri dei condizionatori

In estate, quando le temperature si fanno bollenti, spesso non esiste altro rimedio all'aria condizionata per trovare un po' di refrigerio dall'afa. All'interno dei condizionatori, tuttavia, possono accumularsi polvere, allergeni ed inquinanti atmosferici che possono provocare alcuni disturbi alla salute, come, ad esempio, il comune mal di gola.

Filtri del condizionatore sporchi: le conseguenze negative

Per evitare queste spiacevoli conseguenze occorre pulire periodicamente i filtri del condizionatore, i quali, se sporchi, possono provocare:

  • mal di testa;
  • irritazione degli occhi;
  • irritazione della pelle, secchezza e prurito;
  • scolo retronasale;
  • tosse;
  • raffreddore;
  • mal di gola;
  • stanchezza;
  • attacchi d'asma;
  • problemi respiratori.

Questi sintomi, inoltre, possono manifestarsi in modo più severo in chi soffre di allergie e nei bambini.

Quando pulire i filtri del condizionatore

I filtri devono essere quindi puliti almeno una o due volte all'anno: in primavera, se si utilizzano i condizionatori esclusivamente d'estate, o a ogni cambio di stagione, se i condizionatori sono in uso sia d'inverno che d'estate. Oltre alla manutenzione annuale, poi, i filtri dell'aria condizionata andrebbero puliti ogni volta che si sente cattivo odore dopo l'accensione e nel caso in cui l'aria faccia fatica a rinfrescarsi o a riscaldarsi.

Come pulire i filtri del condizionatore

Prima di procedere con la pulizia dei filtri dell'aria condizionata è necessario eseguire queste operazioni:

  • consultare il libretto di istruzioni, così da seguire la procedura più corretta;
  • staccare la corrente elettrica, così da evitare incidenti durante la pulizia.

Durante lo smontaggio e la pulizia si consiglia di indossare dei guanti ed una mascherina, in particolar modo se si è allergici agli acari della polvere.

Il condizionatore, di solito, ha al suo interno due tipi di filtri: uno antipolvere e uno a carboni attivi per purificare l'aria dai batteri. Per una corretta manutenzione basterà smontare o semplicemente aprire la parte anteriore del condizionatore e controllare lo stato dei filtri. Se questi sono danneggiati o particolarmente usurati si dovrà contattare un tecnico per procedere direttamente alla loro sostituzione.

In caso contrario, basterà procedere con la pulizia dei filtri. Per pulire il filtro antipolvere si potrà procedere in due modi diversi:

  • pulizia a secco: pulire il filtro utilizzando l'aspirapolvere, per un'azione mirata e veloce;
  • pulizia profonda: utilizzare una spazzolina a setole morbide per rimuovere tutta la polvere, poi sciacquare il filtro con acqua corrente e lasciar asciugare all'aria aperta, meglio se in un luogo riparato così da evitare di ritrovare il filtro nuovamente impolverato.

Per pulire il filtro purificante a carboni attivi possiamo invece preparare una soluzione di acqua e sapone neutro in cui lasciare il filtro in ammollo. Una volta eseguita questa operazione bisogna far asciugare il filtro all'aria aperta o con l'aiuto di un compressore ad aria.

Possiamo infine concludere la pulizia dei filtri dell'aria condizionata utilizzando uno spray igienizzante o un deodorante delicato, ma è sempre meglio verificare che questo passaggio sia consigliato anche nel libretto di istruzioni.

La pulizia del motore

Per mantenere efficiente l'impianto occorre pulire periodicamente anche il motore. Per eliminare la polvere accumulatasi nel tempo spazzola le grate con una scopa o utilizza l'aspirapolvere, soprattutto se le grate sono particolarmente sporche e otturate. Lava poi la superficie esterna con un panno umido e dello sgrassatore universale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mal di gola da aria condizionata, cause e rimedi

LivornoToday è in caricamento