rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Salute

Zanzare, perché pungono proprio te? Ce lo spiega la scienza

Alcune persone vengono prese d'assalto da questi insetti, mentre altre vengono completamente ignorate. Le motivazioni stanno nella genetica e nella chimica

Come ogni estate, torna a riproporsi il problema legato alle zanzare e alle loro punture. Tuttavia non tutte le persone devono fare i conti con questo fastidioso insetto: vi sono infatti individui che vengono completamente ignorati da questi animali, mentre altri che, al contrario, vengono presi letteralmente d'assalto. Una differenza dovuta alla chimica, con la scienza che ce ne illustra i motivi.

Microrganismi e composti chimici: una combo attira zanzare 

La superficie della nostra pelle è ricoperta da milioni di microrganismi, i quali sono presenti in quantità e qualità differenti da persona a persona, con una variazione legata a fattori genetici ma dipendenti anche dalla dieta e dallo stile di vita seguiti, oltre che dai cambiamenti ormonali. Questi microrganismi hanno la capacità di convertire le secrezioni delle ghiandole sudoripare in diversi composti chimici volatili, che attirano le zanzare in grande quantità.

Sudore e temperatura

Le zanzare, secondo quanto raccolto da uno studio condotto in Gran Bretagna, sono particolarmente attratte da acido lattico, acido urico e ammoniaca, sostanze presenti nel sudore che ciascuno di noi produce in quantità diversa.
Anche l'aumento della temperatura corporea è un altro fattore attira zanzare: di conseguenza, le persone fisicamente più attive tendono ad essere punte più delle altre, poiché l'attività fisica aumenta sia la presenza di acido lattico nell'organismo sia la temperatura corporea.

Anidride carbonica

Altro fattore che attrae le zanzare è costituito dall'anidride carbonica, sostanza che il nostro organismo produce attraverso la respirazione e con la traspirazione. Le zanzare riescono a rilevarla fino a 50 metri di distanza, con le persone in sovrappeso ad essere le più colpite, poiché presentano un maggiore scambio di ossigeno/anidride carbonica. I bambini, invece, vengono generalmente punti meno degli adulti.

Punture di medusa: rimedi ed errori da evitare

Birra

Uno studio pubblicato sul Journal of American Medicine ha stabilito che bere una lattina di birra aumenta in maniera significativa l'attacco da parte delle zanzare: questi insetti, infatti, sono attratti in modo particolare dall'odore del corpo modificato dall'assunzione di alcol.

Gruppo sanguigno

Un ruolo importante è poi svolto dalla genetica. Le zanzare sembrano infatti preferire il sangue del gruppo 0, seguito da quello del gruppo B ed infine dal gruppo A. Secondo uno studio effettuato dai ricercatori dell'Institute for Biological Pest Control, circa l'85% degli esseri umani produce una sostanza chimica che, attraverso l'odore della pelle, segnala a quale gruppo sanguigno appartiene.

Gravidanza

Le donne in gravidanza sono tra le vittime preferite delle zanzare. Questo in quanto emottono circa il 21% in più di anidride carbonica e la loro temperatura corporea risulta in media più alta di circa mezzo grado rispetto alle altre.

Colori

Altro fattore che può aumentare o diminuire il rischio di essere punti è rappresentato dagli indumenti che indossiamo. Uno studio ha infatti dimostrato che le zanzare sono attratte dai colori scuri, come nero, rosso, grigio e blu, mentre prestano poca attenzione al kaki, al verde e al giallo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zanzare, perché pungono proprio te? Ce lo spiega la scienza

LivornoToday è in caricamento