rotate-mobile
Giardino

Basilico: proprietà, benefici e come coltivarlo in casa

Gli accorgimenti per far crescere sana e rigogliosa questa amatissima pianta aromatica

Il basilico è una delle piante aromatiche più amate dagli italiani. Tale pianta può essere coltivata anche in casa, rimanendo però sempre attenti a seguire alcune accortezze in modo che possa crescere sana e rigogliosa.

Proprietà e benefici del basilico

Il basilico si caratterizza per numerose proprietà benefiche. Questa pianta, ad esempio, può essere utilizzata contro le coliche o i disturbi dell'apparato digerente e rappresenta un valido rimedio naturale contro alcune malattie respiratorie, come raffreddore, asma e tosse. Il basilico, inoltre, è particolarmente indicato anche per coloro che soffrono di inappetenza.

Le varietà del basilico

Oltre al basilico più comune, esistono numerose varietà di questa pianta:

  • basilico lattuga: coltivato nella zona campana, si contraddistingue per le foglie grandi e dall'aroma con sentori di menta;
  • basilico greco: la pianta, quando cresce, ha una forma arrotondata;
  • basilico thailandese: la pianta, molto aromatica, ha sentori che ricordano quelli della menta e della liquirizia;
  • basilico messicano: dal caratteristico colore rosso scuro, ha un profumo fruttato.

Come coltivare il basilico

Il basilico cresce durante l'intero anno, ma predilige in particolare i mesi estivi. Per far crescere la pianta sana e forte occorre esporla almeno 6-8 ore al giorno al sole. La terra, inoltre, deve sempre essere umida, facendo però attenzione a non eccedere con l'acqua, poiché ciò gli farebbe perdere tutto il sapore. Le inflorescenze, inoltre, devono essere potate, così da favorire la crescita delle foglie.

Come coltivare il basilico in vaso

Il basilico può crescere in vaso sia all'interno che all'esterno di un'abitazione. Particolare attenzione deve essere rivolta alle condizioni climatiche, in quanto la pianta non resiste a lungo ad una temperatura inferiore ai 10 gradi: per questo motivo il mese dell'anno più indicato in cui piantarla è maggio.

Il terreno deve essere misto, ricco di sostanze nutritive e capace di assicurare un buon ristagno dell'acqua. Il momento giusto per innaffiare la pianta è la mattina presto o, in alternativa, la sera tardi. In caso di giornate particolarmente calde, possiamo ripetere l'operazione due volte al giorno, evitando sempre le ore più calde della giornata.

Se vogliamo posizionare il basilico all'esterno, si consiglia di utilizzare dei vasi in terracotta o plastica. In casa, invece, meglio posizionarlo sul davanzale, così che possa ricevere la luce diretta. Se ciò non è possibile, si può utilizzare la luce a Led diretta e fredda per circa 12 ore al giorno.

Coltivare il basilico all'esterno

All'esterno il basilico deve essere posizionato in una zona in cui la temperatura non vada mai al di sotto dei 15 gradi e non ventosa. Il suolo deve essere sempre bagnato: per questo motivo bisogna innaffiarlo due volte al giorno in estate, mentre è sufficiente una sola volta in inverno.

Le piante di basilico vanno trapiantate a circa 20-30 cm di distanza tra di loro nel periodo dell'anno in cui le temperature notturne non scendono sotto i 15/20 gradi. Inoltre, dopo questo processo, prima di usare le foglie bisogna aspettare che la pianta si riprenda, mentre i fiori possono essere tagliati per favorire la crescita delle foglie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basilico: proprietà, benefici e come coltivarlo in casa

LivornoToday è in caricamento