Cabina armadio, come realizzarla: i consigli utili

Soluzione ideale per avere il guardaroba sempre in ordine e sotto controllo, può essere progettata in diversi modi

La cabina armadio, perfetta per personalizzare ogni ambiente, permette di dare un nuovo look alla propria abitazione e, allo stesso tempo, di creare un posto sicuro in cui conservare tutto il guardaroba. Vediamo, quindi, come realizzarla e quali sono le sue tipologie più diffuse.

Tipologie di cabine armadio

Le cabine armadio posso essere progettate in diversi modi:

  • a spalla o modulare: sono simili agli armadi ad anta battente, ma ancora più comodi e funzionali in quanto aperti: in questo modo, possiamo avere gli abiti sempre sotto controllo. Fianchi, ripiani, cassettiere e portascarpe rendono tutto più ordinato;
  • montanti a soffitto o a parete: normalmente queste cabine vengono realizzate in alluminio e vengono ancorate alla parete oppure al soffitto. Non sono presenti le spalle e i fianchi, dunque lo spazio non è chiuso. Si tratta di un modello molto versatile poiché le cassettiere possono essere appoggiate a terra oppure rimanere sospese;
  • pannelli: queste cabine vengono scelte per il loro stile minimal e l'eleganza che riescono a creare nell'ambiente. Spalle, montanti e fianchi non sono presenti, ma c'è solo un pannello di fondo che può essere personalizzato a seconda dei gusti.

Dimensioni delle cabine armadio

La profondità di una cabina armadio non dovrebbe essere inferiore ai 120 centimetri, mentre la lunghezza dovrebbe essere di almeno 200 centimetri. Quando si vuole creare un ambiente abitabile, però, si dovrebbe aumentare la profondità (almeno 200 cm), sempre tenendo conto delle dimensioni della stanza.

Cabina armadio, cosa non deve mai mancare

Una cabina armadio non può fare a meno di:

  • cassetti;
  • reparto biancheria;
  • specchi;
  • scatole varie;
  • ripiani;
  • appendiabiti;
  • scarpiere.

Come illuminare la cabina armadio

L'illuminazione è fondamentale in una cabina armadio. Vediamo quali sono le diverse soluzioni:

  • strisce a led: si tratta del sistema di illuminazione più flessibile in quanto semplice da installare e non ingombrante. Di solito le strisce a led vengono sistemate sui bordi delle mensole o sui profili della cabina armadio;
  • faretti da incasso: in questo caso bisogna installarli nei punti giusti, ma non occupano molto spazio e creano il gioco di luce che fa al caso nostro;
  • lampade: questa è una soluzione più classica rispetto alle altre, ma non di minore effetto. Possono essere sistemate al centro della stanza oppure sulle pareti come applique, per una illuminazione calda ed omogenea.

Per progettare una cabina armadio nel modo corretto è comunque consigliabile affidarsi a un esperto che saprà sicuramente come sfruttare al meglio anche gli ambienti più piccoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus mobili 2021, i requisiti per ottenere le detrazioni

  • Cabina armadio, come realizzarla: i consigli utili

  • Inquinamento domestico, cause e rimedi

  • Bonsai: coltivazione, cura e potatura per farlo crescere sano

Torna su
LivornoToday è in caricamento