Ristrutturare

Rinnovare il pavimento in poche mosse: materiali e tipi di intervento

Trucchi e consigli per dare rapidamente un nuovo aspetto al proprio appartamento

Il pavimento ha un ruolo di primaria importanza nel dare alla casa un aspetto curato ed elegente. Se vogliamo rinnovare l'aspetto del proprio appartamento, possiamo quindi intervenire con alcuni specifici lavori di ristrutturazione.

Rinnovare il pavimento, gli interventi

Per rinnovare l'aspetto del nostro pavimento possiamo ricorrere a tre tipi di interventi:

  • rinnovo delle fughe: le fughe sono lo spazio in cui maggiormente si accumula lo sporco. Con una pulizia approfondita si può dare nuova vita al pavimento;
  • lucidatura: i pavimenti in marmo e in gres, con il tempo e con prodotti per la pulizia sbagliati, possono diventare opachi. Con l'aiuto di un esperto e di una macchina da lucidatura possiamo farli tornare al loro originario splendore; 
  • levigatura: utilizzata soprattutto per i pavimenti in legno, è adatta ai parquet tradizionali formati da uno strato non troppo sottile. Prima di procedere, tuttavia, è necessario capire quale sia il tipo di copertura e consultare un esperto.

La copertura

Il pavimento può essere rinnovato anche attraverso un intervento di copertura. Prima di procedere in tal senso, tuttavia, va considerato lo spessore del materiale che andremo ad utilizzare. Le porte, infatti, devono potersi aprire e chiudere senza difficoltà: se necessario, quindi, si dovrà ricorrere alla levigatura.

La copertura può essere realizzata in:

  • vinile;
  • resina;
  • rivestimento adesivo.

Pavimenti in vinile

Il vinile è un materiale resistente e di facile applicazione. Ha uno spessore minimo, che non va ad impattare su porte o mobili. Per chi ama lo stile classico è consigliato l'effetto legno, mentre chi predilige uno stile moderno o minimal può puntare su quello in pietra. L'effetto colorato, invece, è indicato per coloro che vogliono dare alla propria abitazione un tocco di originalità e creatività.

Pavimenti in resina

Adatta agli ambienti in stile moderno o negli open space, la resina contribuisce a donare eleganza all'appartamento. Quella auto-livellante ha una composizione viscosa facile da stendere soprattutto sulle strutture pre-esistenti.

Piastrelle adesive

Le piastrelle adesive, solitamente utilizzate nei bagni e nelle cucine, sono ritornate in voga negli ultimi anni, in quanto permettono di creare soluzioni innovative a seconda dei gusti e delle esigenze di arredo.

Le piastrelle in PVC autoadesive, oltre ad essere resistenti, sono facili da applicare sulle mattonelle già esistenti. Per quelle da incollare con colle al silicone meglio consultare un esperto, dato che si deve dosare la giusta quantità di colla per evitare dislivelli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinnovare il pavimento in poche mosse: materiali e tipi di intervento

LivornoToday è in caricamento