Come pulire i vetri: i consigli utili

Operazione indispensabile per rendere il proprio appartamento brillante e luminoso, è possibile eseguirla in maniera perfetta attuando alcuni particolari accorgimenti

Per avere un appartamento dall'aspetto pulito e gradevole, un'attenzione particolare va dedicata ai vetri. Questi vanno infatti resi limpidi e brillanti, in modo da far filtrare maggior luce quando, in autunno, le giornate si fanno grigie e più corte.

La pulizia dei vetri è però un'attività meno semplice di quanto possa apparire e, per questo, abbiamo stilato una lista di consigli utili da seguire.

Errori da non commettere

Per evitare di commettere errori che rischiano di pregiudicare il risultato finale, prima di iniziare è bene sapere cosa non fare:

  • meglio non pulire i vetri in giornate troppo calde o con il sole diretto. Il caldo asciuga subito il detersivo e l'acqua e, di conseguenza, non abbiamo sufficiente tempo per rimuovere l'eccesso e gli aloni, mentre il sole diretto non permette di vedere eventuali macchie residue;
  • non utilizzare l'acqua fredda, che, a differenza di quella calda, non riesce a sciogliere il grasso;
  • mai usare i detersivi puri, in quanto potrebbero fare troppa schiuma. Meglio sempre diluirli;
  • per asciugare i vetri non bisogna utilizzare la carta da cucina, in quanto potrebbe lasciare dei residui. Meglio usare vecchie maglie.

Pulizia degli infissi

Prima ancora di occuparsi dei vetri, è bene prendersi cura degli infissi, rimuovendo la polvere o con un panno o con l'aspirapolvere.

Successivamente, in base al materiale in cui sono realizzati, va individuato il metodo di pulizia migliore. Se sono in PVC basta diluire il detersivo all'interno dell'acqua. Se con il tempo si sono ingialliti, è possibile provare con un composto a base di tre cucchiai di acqua ossigenata a 40 volumi, due di bicarbonato e mezzo di detersivo. Una volta preparata la soluzione e messa sull'infisso, va lasciata agire per circa un'ora prima di risciaquare.

Se sono in alluminio può essere utile uno sgrassatore per poi risciaquare con un panno in microfibra.

Quelli in legno, invece, sono i più delicati, con il materiale che tende ad assorbire l'acqua. Consigliabile quindi passare un panno inumidito con sapone di Marsiglia.

Pulizia vetri

Prima di pulire i vetri, si consiglia di spolverarli con un panno asciutto, in modo da evitare che, con l'acqua, si formi uno strato difficile da rimuovere.

Successivamente i vetri devono essere lavati con un panno umido in microfibra con l'utilizzo di soluzioni naturali. Si possono ad esempio usare 100ml di aceto all'interno di mezzo litro di acqua calda: l'aceto è infatti uno sgrassatore naturale e, applicato sui vetri, rimuove ogni residuo.

Un'alternativa è costituita dall'utilizzo di sapone liquido all'interno di acqua calda. La soluzione deve essere rimossa poi correttamente, altrimenti potrebbero rimanere dei residui.

Anche il detersivo per piatti è perfetto per pulire: in questo caso, basta scioglierlo in mezzo litro d'acqua e il gioco è fatto.

Tra i metodi più efficaci c'è poi la patata cruda, con il tubero che infatti sgrassa rendendo brillanti i vetri. Una volta tagliata a metà e passata sulla superficie, non vi resta che sciacquare con acqua calda.

Asciugare i vetri

Il metodo più efficace ed economico è quello di usare la carta di giornale. Una volta accartocciata, riesce a rimuovere gli aloni grazie allo speciale inchiostro al suo interno.

Se preferite i panni, potete allora optare per quelli in microfibra. Il metodo più efficace è quello di passarlo con una leggera pressione su tutta la superficie.

Per avere un risultato impeccabile, potete terminare utilizzando un aspiragocce: in un attimo tutti i residui di acqua verranno rimossi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Revisione caldaia: quando effettuarla e a chi rivolgersi

  • Bollette e consumi, come risparmiare in inverno

  • Smart home, tutti i vantaggi di un'illuminazione intelligente e connessa

  • Arredamento, come creare una casa in perfetto stile anni '80

Torna su
LivornoToday è in caricamento