Inquinamento domestico, cause e rimedi

Per migliorare la qualità dell'aria all'interno della propria abitazione, è necessario prendere alcuni particolar accorgimenti

Tra le varie forme di inquinamento esiste anche quello domestico. Spesso, infatti, respiriamo inconsapevolmente sostanze tossiche quali monossido di carbonio, formaldeide e biossido di azoto, che mettono in pericolo la nostra salute. Per questo è necessario prestare la giusta attenzione all'ambiente in cui viviamo, mettendo al riparo noi e i nostri cari da possibili conseguenze nocive.

Inquinamento domestico, le cause

Nella pulizia della casa dobbiamo fare attenzione ai detergenti usati. Molti di questi, al loro interno, hanno infatti benzene e formaldeide, che si diffondono velocemente causando infiammazioni agli occhi, alle vie respiratorie e, talvolta, problemi più gravi.

Anche in cucina dobbiamo avere cautela: fritti e carne grigliata, ad esempio, diffondono nell'aria idrocarburi policiclici e naftalene, che possono avere risvolti negativi sull'organismo.

Tra le cause dell'inquinamento domestico anche il fumo: per questo, se proprio non riusciamo a resistere, meglio fumare sul balcone. 

L'inverno e una casa umida, poi, sono il mix perfetto per la proliferazione di muffa e batteri, che, uniti a colle e vernici dei mobili, possono creare un ambiente con un tasso di inquinamento elevato.

Come ridurre l'inquinamento in casa

Ridurre l'inquinamento domestico non è difficile, basta seguire piccoli accorgimenti. Ecco alcuni consigli per avere una casa sana:

  • prodotti per la pulizia: meglio scegliere prodotti green o quelli fatti in casa. Non solo non creano inquinamento, ma, utilizzati nelle dosi consigliate, rispettano l'ambiente;
  • umidità: in casa non bisogna mai superare il 50% di umidità facendo attenzione alla possibile formazione di macchie di muffa. Per abbassarne il livello possiamo utilizzare i deumidificatori;
  • piante e fiori: belle, colorate e profumate, sono perfette per ridurre l'inquinamento in casa e avere un ambiente sicuro. Le più indicate sono l'aloe, la gerbera e la sansevieria;
  • manutenzione degli impianti: la riduzione dei consumi delle emissioni inquinanti passa anche attraverso la manutenzione degli impianti a gas e dei termosifoni;
  • cambiare i filtri: i filtri dei condizionatori devono essere cambiati spesso e vanno lavati con acqua e detergente naturale;
  • evitare di fumare in casa: meglio fumare all'aperto soprattutto in inverno, quando con le finestre chiuse, il fumo ristagna in casa;
  • qualità dei mobili: quando si acquistano i mobili sarebbe meglio evitare quelli in truciolato o quelli verniciati con pitture tossiche;
  • arieggiare le stanze: favorire il ricambio dell'aria è un ottimo modo per far uscire sostanze tossiche da casa;
  • profumatori: è preferibile utilizzarli con cautela e lo stesso vale per le candele;
  • aspirapolvere: dobbiamo scegliere i modelli con filtri e che non disperdano polveri nell'ambiente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cabina armadio, come realizzarla: i consigli utili

  • Bonsai: coltivazione, cura e potatura per farlo crescere sano

  • Inquinamento domestico, cause e rimedi

  • Cappa da cucina: tipologie, installazione e manutenzione

Torna su
LivornoToday è in caricamento