Lavastoviglie: come ridurre i consumi e risparmiare sulla bolletta

Scopriamo alcuni semplici accorgimenti che permettono di minimizzare gli sprechi

Tra gli elettrodomestici più utilizzati in cucina c'è senza dubbio la lavastoviglie. Questa, infatti, permette di avere piatti puliti e brillanti in poco tempo, risultando particolarmente utile nel caso in cui si abbia una famiglia particolarmente numerosa. Spesso, tuttavia, un suo elevato utilizzo può far impennare i costi in bolletta: ecco quindi alcuni consigli per risparmiare sui consumi.

Quale modello scegliere

Quando si sceglie la lavastoviglie, è innanzitutto necessario fare attenzione alla classe energetica: i modelli A+++, A++ e A+ assicurano un notevole risparmio energetico. Alcuni tipi di lavastoviglie sono inoltre dotati di sensori che individuano il programma da utilizzare in base al carico e al livello di sporco, riducendo così al minimo gli sprechi.

Utilizzare la lavastoviglie a carico pieno

La lavastoviglie deve essere utilizzata a carico pieno: riempita a metà consuma infatti come se fosse piena. È inoltre contropruducente sovraccaricarla, in quanto i bracci potrebbero faticare a muoversi lavando le stoviglie in modo non ottimale.

Ogni modello ha una disposizione differente: i piatti o le pentole grandi devono essere solitamente messe nel cestello inferiore, mentre nella parte superiore vanno collocati bicchieri e utensili leggeri.

Adattare il programma in base allo sporco

Se le stoviglie non sono particolarmente sporche, meglio utilizzare un programma ecologico con temperature più basse. Più le temperature sono alte, più i consumi sono infatti elevati. È inoltre consigliabile fare la lavastoviglie in determinati orari: l'ideale è la sera o nei giorni festivi, ma i costi dipendono molto dalle fasce di consumo.

Pulizia e manutenzione

Mantenere la lavastoviglie pulita permette di mantenerne efficace il suo funzionamento, riducendo così i consumi. Occorre quindi eliminare calcare e muffa e controllare periodicamente il corretto funzionamento di scarichi e filtri.

Evitare di utilizzare programmi non necessari

Per risparmiare sui costi in bolletta basta prendere piccole accortezze, come ad esempio eliminare i residui di cibo passando sotto l'acqua i piatti: in questo modo, infatti, non serve il pre-risciacquo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo stesso vale per l'asciugatura: una volta terminato il lavaggio, basta aprire lo sportello e far asciugare le stoviglie da sole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Idrostufa, caratteristiche e vantaggi

  • Risparmiare sulla bolletta dell'acqua: i consigli utili

  • Manutenzione e pulizia parquet: i consigli utili

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento