menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aamps, l'annuncio di Ato Toscana Costa: "Rinviato al 2022 il passaggio a RetiAmbiente"

La decisione dell'azienda è arrivata al termine dell'assemblea che ha approvato l'affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani alla società interamente pubblica partecipata da 100 comuni

Aamps entrerà a far parte di RetiAmbiente solamente a partire da 2022. La comunicazione è arrivata, nel pomeriggio di sabato 14 novembre, direttamente da parte di Ambito territoriale ottimale (Ato) al termine di un'assemblea che ha approvato l'affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani proprio a RetiAmbiente, la società interamente pubblica partecipata dai 100 comuni dell'ambito delle province di Massa Carrara, Lucca, Pisa e Livorno (esclusa Val di Cornia). La decisione di ritardare l'ingresso dell'azienda di rifiuti livornese, come si legge in un comunicato dell'azienda, è dovuto allo "stato giuridico e alle incombenze in essere" di Aamps il cui concordato preventivo in continuità scadrà nel 2021. 

"Questa scansione temporale differenziata - sottolinea Ato -, che si è resa necessaria ed è l'unica adesso oggettivamente sostenibile, non esime tuttavia i gestori dall'operare di concerto con RetiAmbiente, ed in coerenza con gli obiettivi di efficientamento della raccolta e del recupero di materia. L'accordo raggiunto oggi si tratta solamente di un punto di partenza e non di arrivo. Con l'affidamento del servizio è stato quindi attivato un percorso che nasce sotto i migliori auspici, ma sarà compito del gestore e dei comuni che ne sono proprietari, far sì che si consolidi nel tempo un'esperienza che rappresenta l'unica vera novità positiva nel generale contesto delle gestioni ambientali". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento