Temperature autunnali, riscaldamenti accesi fino al 3 maggio: l'ordinanza del sindaco

Gli impianti potranno rimanere in funzione fino ad un massimo di otto ore al giorno. Salvetti: "Intervenuti in seguito alle segnalazioni dei cittadini"

Accensione facoltativa del riscaldamento fino ad un massimo di otto ore giornaliere nella fascia oraria 5.00-23.00 fino al 3 maggio. Questo quanto stabilito da un'ordinanza firmata nella giornata di mercoledì 22 aprile dal sindaco Luca Salvetti per far fronte alle temperature di questi giorni, più basse rispetto alla media stagionale. Un provvedimento valido per immobili pubblici e privati, abitazioni e luoghi di lavoro, "necessario - spiega il sindaco - dopo le molte segnalazioni ricevuti dai cittadini e dal presidente di Casalp". Se prima del 3 maggio le temperature dovessero tornare a salire, potranno provvedere allo spegnimento dei riscaldamenti proprietari, amministratori o responsabili dell'impianto.

Salvetti: "Segnalazioni di disagio dai cittadini, abbiamo deciso subito di intervenire"

"Anche se non si può parlare di gelo - ha dichiarato Salvetti -, la situazione sta creando disagio ai cittadini, i quali, a causa delle restrizioni per il Coronavirus, sono costretti a stare molto a casa con temperature al di sotto di quelle di comfort. Ho avuto molte segnalazioni in tal senso, sia da Casalp, che gestisce il patrimonio alloggiativo popolare del Comune, che da privati. Per questo motivo - ha continuato il sindaco - ho deciso di emanare l'ordinanza, subito partecipata al presidente di Casalp, con la raccomandazione di non superare la temperatura massima di 20°C + 2°C di tolleranza in abitazioni e uffici e di non superare i 18°C + 2°C di tolleranza negli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali ed assimilabili così come prevede la legge".

"Mi raccomando al senso di responsabilità di tutti - ha concluso il sindaco - affinché i consumi energetici rimangano contenuti e perché, in caso di miglioramento delle condizioni climatiche, i cittadini riducano autonomamente le ore di accensione. Per spegnere nuovamente gli impianti non occorreranno ulteriori atti del sindaco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Toscana zona rossa fino al 4 dicembre, Giani: "Ancora un po' di pazienza, poi fino a Natale in zona arancione o gialla"

Torna su
LivornoToday è in caricamento