Cronaca San Jacopo

Acquario, boom di visite: in 2500 ad ammirare le bellezze marine

Lunedì 15 luglio la struttura alla Terrazza Mascagni ha fatto registrare un importante afflusso di visitatori

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LivornoToday

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato da parte dell'ufficio stampa dell'Acquario di Livorno riguardante il boom delle visite. 

Lunedì 15 luglio, in tantissimi hanno deciso di visitare l'acquario di Livorno, ben oltre 2.500 persone.  Non soltanto residenti livornesi, ma anche persone provenienti dalle città limitrofe, e numerosi turisti sia italiani che stranieri, in vacanza nelle località balneari e turistiche della toscana. Hanno deciso di concedersi un momento di svago all'acquario di Livorno, vivendo una vera e propria immersione alla scoperta delle bellezze del mare e degli abitanti che lo popolano. Un modo per avvicinarsi al mare, imparare a conoscerlo e rispettarlo. L'Acquario di Livorno, situato sul lungomare di Livorno all'interno della splendida Terrazza Mascagni, ha 33 vasche espositive al piano terra che ospitano numerosi esemplari tra cui le due meravigliose tartarughe verdi "Ari" e “Cuba” che nuotano assieme a squali pinne nera, squali zebra e due esemplari di pesce Napoleone, una vasca tattile, una vasca dedicata alle meduse ed una nuova vasca del kelp e delle sue foreste sommerse. Da pochi giorni, la nuova vasca dedicata al polpo. Al primo piano la visita prosegue con un rettilario che ospita insetti, anfibi e rettili tra cui le iguane, il mimetico insetto stecco, il camaleonte, la velenosa rana freccia ed un vero e proprio formicaio con le operose formiche tagliafoglia. Dal rettilario, i visitatori possono accedere alla terrazza panoramica dell'Acquario di Livorno con vista sul lungomare e le isole dell'Arcipelago Toscano.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquario, boom di visite: in 2500 ad ammirare le bellezze marine
LivornoToday è in caricamento