rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Cronaca

Caos sul bus | Trentenne sputa ai controllori e aggredisce la conducente, poi sfonda a calci la porta e scappa

La denuncia della Cgil dopo quanto accaduto domenica 13 novembre sulla linea 102 che collega Rosignano a Livorno: "Servono cabine di guida chiuse e telecamere"

"Immediati provvedimenti per tutelare l'incolumità di tutto il personale a contatto con il pubblico". È quanto chiedono le segreterie provinciali di tutti i sindacati dopo quanto accaduto domenica scorsa, 13 novembre, a bordo dell'autobus che effettua il servizio extraurbano da Rosignano a Livorno. Calci, sputi, una autista aggredita e danni al mezzo. A causare il tutto un uomo, tra i 25 e i 30 anni, che una volta sul mezzo "è apparso da subito in uno stato di alterata agitazione".

Caos sull'autobus, colpisce l'autista con un pugno e il cane morde un passeggero: 39enne denunciato

Sono proprio le segreterie provinciali dei sindacati, dalla Cgil alla Uil, dalla Cisl alla Cisal e l'Ugl, a denunciare l'accaduto esprimendo allo stesso tempo solidarietà sia all'autista che ai due verificatori che si trovavano a bordo della linea 102 per "l'ennesimo atto di aggressione". "A Castiglioncello - spiegano - è salito a bordo un uomo di circa 25/30 anni che è apparso subito in uno stato di elevata alterazione. Alla richiesta di esibire un titolo di viaggio, l'uomo ha dato in escandescenza insultando prima e sputando poi nei confronti dei due controllori, che riuscivano a mantenere la calma e a contattare le forze dell'ordine". 

"Si metta la mascherina", ma la passeggera reagisce sputando in faccia al conducente dell'autobus: arrivano i carabinieri

La denuncia dei sindacati: "Ha provato a colpire l'autista con una testata e poi le ha afferrato un braccio"

Le forze dell'ordine, in contatto con i controllori, hanno informato l'autista di proseguire la corsa fino alla Baracchina Bianca, dove poi sarebbero internute. "L'uomo a bordo - proseguono nel racconto i sindacati - ha continuato a mostrare agitazione e nervosismo, fino a che, giunto ad alcune centinaia di metri dalla fermata in questione, senza nessun preavviso si è scagliato contro l'autista, tentando di colpirla con una testata per poi afferrarla ad un braccio, lasciandole vistosi segni e cercando di arrivare alla strumentazione di bordo. Non riuscendoci - hanno spiegato -, è corso verso la porta centrale del bus, che ha sfondato con un calcio, per poi darsi alla fuga". Quando le forze dell'ordine sono arrivate sul posto, purtroppo, dell'aggressore non c'era più traccia.

Ubriachi, salgono a bordo di un autobus e insultano l'autista: "Non sai guidare"

Per i sindacati "tali episodi - hanno sottolineato - si stanno ripetendo con sempre più allarmante frequenza ed è necessario che vengano presi immediati provvedimenti per tutelare l'incolumità di tutto il personale a contatto con il pubblico". Da qui anche la richiesta, all'azienda, di adottare alcuni importanti provvedimenti: "L'immediato montaggio di cabine di guida chiuse, l'installazione di telecamere e di pulsanti per l'attivazione dell'ascolto silente da parte dei centri di controllo e numeri dedicati per l'intervento delle forze dell'ordine".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos sul bus | Trentenne sputa ai controllori e aggredisce la conducente, poi sfonda a calci la porta e scappa

LivornoToday è in caricamento