rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca Rosignano Marittimo

Aggredisce più volte la compagna e viene arrestato. Poi viola il divieto di avvicinamento e finisce in carcere

L'uomo ha disatteso la misura cautelare solo pochi giorno dopo il pronunciamento del giudice

Avrebbe più volte aggredito la compagna e successivamente disatteso quanto stabilito dal giudice nei suoi confronti. Per questo un 50enne residente a Rosignano Marittimo è stato arrestato e successivamente condotto in carcere. Nei giorni scorsi al 112 era arrivata una chiamata da parte della donna che chiedeva aiuto dopo una violenta lite col compagno nel corso della quale avrebbe subito un'aggressione sia verbale che fisica, tanto da essere costretta ad uscire di casa in attesa dell'arrivo della pattuglia.

All'arrivo dei carabinieri presso l'abitazione della coppia, l'uomo è apparso in un forte stato di agitazione e nervosismo riconducibile anche verosimilmente all'assunzione eccessiva di alcolici. Pertanto è stato condotto in caserma per eseguire maggiori accertamenti, mentre la donna è stata accompagnata al pronto soccorso di Cecina per le prime cure e le sono state refertate lesioni personali non gravi, giudicate guaribili in alcuni giorni.

Terminati gli approfondimenti, i militari dell'Arma hanno accertato che si trattava dell'ennesimo episodio di analoga aggressione procedendo all'arresto del 50enne poi condotto, terminate le formalità di tiro, alle Sughere. Successivamente il Gip ha disposto nei suoi confronti la misura cautelare dell'allontanamento dalla casa familiare con divieto di avvicinamento alla vittima mediante il dispositivo di controllo elettronico a distanza. Tuttavia dopo pochi giorni, l'uomo ha disatteso quanto gli era stato imposto violando il divieto di avvicinamento e per questo nei suoi confronti sono scattati una denuncia e un nuovo trasferimento in carcere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce più volte la compagna e viene arrestato. Poi viola il divieto di avvicinamento e finisce in carcere

LivornoToday è in caricamento