Sughere, tre agenti in ospedale dopo l'aggressione di un detenuto. Il Sappe: "Violenza inaccettabile"

L'uomo avrebbe richiesto dei pesi per potersi allenare in cella. Al rifiuto da parte dei poliziotti ha iniziato a colpirli con calci e pugni

Tre agenti della polizia penitenziaria delle Sughere sono finiti all'ospedale dopo essere stati aggrediti, nella mattina del 23 maggio, da un detenuto. Lo denuncia arriva direttamente dal Sindacato autonomo di polizia penitenziaria (Sappe): "Un detenuto italiano - si legge nella nota inviata dal segretario generale Donato Capece - sottoposto al regime di sorveglianza particolare previsto dall'articolo 14 bis dell'Ordinamento penitenziario, al momento di rientrare in cella si è rifiutato avanzando richieste che non potevano essere soddisfatte". Secondo quanto riportato dal Coordinamento sindacale penitenziario (Cosp), l'uomo avrebbe chiesto dei pesi in ferro per potersi allenare all'interno della sua stanza. "Gli agenti - continua il racconto del Sappe - dopo aver invitato più volte il detenuto a fare rientro nella cella sono stati aggrediti riportando vari ematomi sul corpo. Tre di loro hanno fatto ricorso alle cure mediche dell'ospedale, con prognosi di sette e dieci giorni".

Agenti aggrediti a Livorno, il Sappe: "Avevamo già chiesto l'allontanamento del detenuto"

Il sindacato esprime la massima solidarietà ai poliziotti: "Il detenuto protagonista della folle violenza - commenta Capece - si era già reso colpevole di deprecabili comportamenti finalizzati ad alterare l'ordine e la sicurezza interna e proprio per questo, in settimana, avevamo chiesto il suo allontanamento da Livorno. Quel che è accaduto, di una violenza inaccettabile, ci ricorda per l'ennesima volta quanto sia pericoloso lavorare in un penitenziario. Rinnoviamo, alla luce del grave fatto accaduto a Livorno, la richiesta di un incontro con i vertici del ministero della Giustizia e dell'amministrazione penitenziaria per affrontare gli eventuali interventi da adottare, come ad esempio proprio il trasferimento dei detenuti violenti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caos Livorno, società latitante: dei soldi nessuna traccia e i giocatori se ne vanno

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Serie C, Grosseto-Livorno 1-0: Sicurella beffa gli amaranto nel recupero

  • Coronavirus: 174 positivi e 5 morti tra Livorno e provincia, 1.892 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di sabato 21 novembre

  • Caos Livorno, Sicrea sul gruppo Carrano: "Non ha ancora pagato le nostre quote, restano 48 ore"

  • Coronavirus: 115 positivi e 2 morti tra Livorno e provincia, 1.929 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di domenica 22 novembre

Torna su
LivornoToday è in caricamento