Piazza Attias, aggressione a carabinieri e polizia municipale: le reazioni della politica

La solidarietà di tutte le componenti del consiglio comunale alle forze dell'ordine aggredite martedì scorso in pieno centro

Un'insensata aggressione con calci, pugni, sassi e bastoni. È stato un tardo pomeriggio di follia, quello a cui martedì 20 ottobre, poco prima delle 19, hanno dato vita circa cinquanta giovanissimi, molti dei quali minorenni. I ragazzini, durante i controlli anti-Covid da parte delle forze dell'ordine, hanno infatti accerchiato e aggredito carabinieri e polizia municipale, intervenuti sul posto in seguito alla segnalazione di assembramenti. Violenze riprese in un video postato sui social dal consigliere comunale della Lega Alessandro Pierini e che, nel giro di poche ore, hanno fatto il giro dei media nazionali.

Piazza Attias | Aggressione alle forze dell'ordine, la condanna di Salvetti: "Atto grave, intollerabile. Decisioni nel Cosp"

Unamine la condanna del mondo politico cittadino, che, da sinistra a destra, ha manifestato la propria solidarietà alle forze dell'ordine. "Le regole devono essere rispettate rigidamente", ha affermato Paolo Fenzi del Partito Democratico, "la politica del buonismo e del dialogo non basta più", ha tuonato dall'opposizione Andrea Romiti di Fratelli d'Italia, mentre Costanza Vaccaro (Lega), pur chiedendo pene esemplari, affronta il problema sul piano culturale-generazionale.  

Paolo Fenzi (Partito Democratico): "Rispettare rigidamente le regole, altrimenti costretti alla chiusura"

fenzi consiglio 2 agosto  (2)-2

"Voglio innanzitutto esprimere la mia massima solidarietà alle forze dell'ordine e ai vigili urbani che si sono trovati in una situazione estremamente difficile durante lo svolgimento del loro lavoro - ha dichiarato Paolo Fenzi, capogruppo consiliare del Partito Democratico -. In questo momento, dato il forte aumento dei contagi e una situazione negli ospedali che inizia a farsi difficile, è necessario il massimo rispetto delle regole. Anche le famiglie e la scuola, oltre alle istituzioni, devono fare la loro parte. Il problema adesso non riguarda tanto gli spazi chiusi e i locali, che si sono prontamente adeguati al rispetto dei regolamenti, ma gli spazi pubblici all'aperto. Noi - ha continuato - vogliamo garantire una vita il più possibile normale salvaguardando anche questi spazi di socialità, ma questo non deve ovviamente scontrarsi con la sanità pubblica".

Quindi il comunicato del gruppo consiliare Pd: "L'episodio di martedì sera in Piazza Attias ci interpella in modo profondo sulla condizione di una parte della realtà giovanile livornese - si legge in una nota -. Con profonda preoccupazione, per la vicenda, intendiamo esprimere piena solidarietà alle forze dell'ordine ed al corpo di polizia municipale coinvolto nell'accaduto. Crediamo che in questa fase sia necessario da parte di tutti il massimo rispetto delle regole che il contesto storico richiede. Rispetto che richiama istituzioni, forze politiche e sociali, famiglie a collaborare con responsabilità nel definire percorsi e decisioni difficili. È compito anche della politica sostenere questa prospettiva, lavorando sulla piena corresponsabilità di diritti e doveri mediante la quale è possibile costruire una sana convivenza civile che può dare dignità, forza al lavoro ed allo studio di ognuno di noi, qualità ai nostri rapporti con gli altri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

  • Toscana zona rossa fino al 4 dicembre, Giani: "Ancora un po' di pazienza, poi fino a Natale in zona arancione o gialla"

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

Torna su
LivornoToday è in caricamento