rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Centro / Piazza della Vittoria

Accampati in piazza Magenta, aggrediscono assistente sociale. Raspanti: "Rifiutato ogni aiuto"

Da giorni due giovani bivaccavano vicino alla chiesa del Soccorso: sono stati allontanati dopo aver detto no ad ogni tentativo di assistenza

Due giovani italiani senza fissa dimora sono stati allontanati dalla polizia municipale da piazza Magenta dopo che questi avrebbero aggredito alcuni passanti e anche un assistente sociale. La coppia si era accampata da qualche giorno vicino la chiesa del Soccorso e i residenti si erano più volte lamentati della sporcizia trovata in zona. Inutili i tentativi da parte degli enti preposti di trovare loro una sistemazione. Sul caso si è espresso anche l'assessore al Sociale Andrea Raspanti: "Abbiamo cercato in tutti i modi di venire incontro alle esigenze della coppia, ma ogni nostro tentativo di aiuto sempre vanificato". 

Piazza Magenta

Piazza Magenta, coppia senza fissa dimora aggredisce passanti

I due, un ragazzo e una ragazza, da qualche tempo a questa parte erano soliti bivaccare nei pressi della chiesa di Santa Maria del Soccorso (foto in pagina di Luca Aless per Wikipedia, licenza CC BY-SA 3.0) e in più di un'occasione, secondo quanto riferito da alcuni testimoni, avrebbero usato i giardinetti come loro bagno personale. La polizia municipale, insieme all'amministrazione comunale, aveva messo in atto un percorso per trovare una sistemazione ai giovani che hanno sempre rifiutato ogni tipo di aiuto. Per cercare di trovare un punto d'incontro, in piazza Magenta si è recato un assistente sociale che, tuttavia, sarebbe stato aggredito dalla coppia la quale, il giorno dopo, se la sarebbe presa anche con alcuni passanti tanto da richiedere l'intervento della forza pubblica. A quel punto la municipale non ha potuto far altro che far allontanare i due da piazza della Vittoria e far ripulire l'area dove dormivano.  

Salvetti e Raspanti alla Chiccaia  (4)-2

Raspanti: "Fatto il possibile per aiutarli, ma hanno sempre rifiutato il nostro aiuto"

Per la coppia, era sceso in campo anche l'assessore Raspanti: "La stanza che li era stata assegnata l'hanno lasciata in uno stato inverosimile e lo stesso hanno fatto con una sistemazione della Caritas. Abbiamo attivato un iter con tutti gli enti che compongono il terzo settore, per due volte ho accompagnato personalmente la coppia in un dormitorio ma senza fortuna. Lunedì 16 settembre avevano un incontro con i servizi sociali per trovare una soluzione, ma non si sono presentati. Abbiamo fatto tutto il possibile e anche oltre, ma non possiamo tollerare che aggrediscano le persone. In molti hanno lavorato per trovare una soluzione: i servizi sociali del Comune e dell'Asl, l'ospedale di comunità, l'anagrafe, la Misericordia di Livorno, la Caritas e l'ufficio casa del Comune". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accampati in piazza Magenta, aggrediscono assistente sociale. Raspanti: "Rifiutato ogni aiuto"

LivornoToday è in caricamento