Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Shangay-Corea / Via Giovanni Amendola

Panico in Corea, 24enne minaccia i vicini con un pezzo di vetro e colpisce al volto una 17enne: arrestato

I giovane è stato fermato in piazza Saragat dai carabinieri e condotto alle Sughere

Sono stati momenti di tensione quelli vissuti ieri pomeriggio in Corea dove un 24enne di origine algerina  è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale dopo aver ferito alcune persone in maniera lieve e colpito una 17enne al volto con un pugno. Erano circa le 17.30 di venerdì 7 maggio e in un palazzo di via Amendola (Corea) si è accesa una discussione per motivi ancora al vaglio degli inquirenti, tra il giovane e la persona che lo ospitava nel suo appartamento. A un certo punto però dalle parole si sarebbe passati ai fatti e il 24enne avrebbe rotto una porta dalla quale ha ricavato pezzo di vetro con il quale ha iniziato a minacciare gli altri condomini incontrati per le scale. 

Alcuni di loro hanno provato, senza fortuna, a calmarlo e sono stati feriti, fortunatamente in maniera non grave, a una mano e al volto. È stato a quel punto che è stato richiesto l'intervento del 112 e sul posto sono intervenuti i carabinieri e i volontari della Misericordia di Livorno per prestare le prime cure alle persone rimaste coinvolte nella lite. Una volta vistosi accerchiato da militari dell'Arma e altri condomini, il 24enne è fuggito in piazza Saragat davanti alla Pam dove ha colpito al volto una 17enne in attesa di effettuare il tampone. 

Il giovane, a quel punto, è stato prontamente fermato dai militari dell'Arma e condotto negli uffici del Nucleo operativo radiomobile. Durante le formalità di rito, ha provato nuovamente a scappare, opponendo resistenza ai carabinieri che, sono stati così costretti a mettergli le manette ai polsi. Dopo la convalida dell'arresto, il malvivente è stato condotto alle Sughere

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panico in Corea, 24enne minaccia i vicini con un pezzo di vetro e colpisce al volto una 17enne: arrestato

LivornoToday è in caricamento