rotate-mobile
Cronaca Campiglia Marittima

Fiaccolata della Memoria, la risposta della comunità di Venturina all'aggressione antisemita al 12enne ebreo

Questa sera il sindaco di Campiglia, Alberta città, sarà insieme alla cittadinanza per manifestare solidarietà alla famiglia del bambino aggredito e dire no all'antisemitismo. Presente il governatore Eugenio Giani

Un bambino, una famiglia e una comunità intera ancora sotto choc. A distanza di qualche giorno dalla vile aggressione antisemita ai danni di un dodicenne ebreo da parte di due ragazzine quindicenni, Venturina, Campiglia Marittima e la Val di Cornia si uniscono nella vicinanza alla giovanissima vittima. Una risposta significativa agli sconcertanti fatti che hanno sconvolto il territorio con una Fiaccolata della Memoria, partecipata da cittadini e istituzioni, che prenderà il via questa sera di giovedì 27 gennaio alle 21 dal Parco della Rimembranza di Venturina. 

Calci e sputi a un 12enne perché ebreo, Venturina sotto choc per l'aggressione antisemita di due ragazzine 

All'iniziativa, insieme al sindaco di Campiglia Marittima, Alberta Ticciati, parteciperanno tra gli altri anche il governatore Eugenio Giani, l'assessore regionale all'Istruzione e alla Cultura della Memoria, Alessandra Nardini, la dirigente scolastica Maria Elena Frongillo e il presidente della Comunità ebraica di Livorno, Vittorio Mosseri. "Credo che sia necessario esprime la vicinanza alla famiglia che ha subito questa umiliazione - le parole di Mosseri - e dimostrare che le istituzioni sono dalla parte del giusto quando difendono un ebreo che è stato assalito in quanto tale, perché difendiamo i valori della democrazia. Il 2021 è stato per l'Italia l'anno nero per gli attacchi antisemiti e allora a maggior ragione dobbiamo rafforzare la nostra presenza".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiaccolata della Memoria, la risposta della comunità di Venturina all'aggressione antisemita al 12enne ebreo

LivornoToday è in caricamento