Misericordia, nasce il primo ambulatorio mobile: i sevizi offerti

L'obiettivo è quello di aiutare le persone in difficoltà, offrendo loro in maniera gratuita una visita o un semplice controllo. Appuntamento per il 6 e il 7 aprile

Nasce a Livorno il primo ambulatorio mobile della Misericordia di Livorno che presterà soccorso alle persone che hanno difficoltà ad accedere alle cure mediche. L'idea è arrivata da Papa Francesco che nel 2017, durante la prima "Giornata mondiale dei Poveri", ha deciso di allestire degli ambulatori mobili in Piazza San Pietro per aiutare tutti coloro che non hanno le possibilità economiche per curarsi. L'obiettivo è quello di contrastare il fenomeno della non inclusione sociale e promuovere un servizio di prevenzione e protezione sanitaria gratuito, dedicato a tutte le persone che vivono in situazione di estrema marginalità all'interno delle città.

La novità è stata presentata nella sede della Misericodia nella mattina del 3 aprile. A prendere la parola e a fare gli onori di casa è stato il commissario della Misericordia di Livorno Gianluca Staderini: “Non sarà un evento spot, perché lo replicheremo in futuro. La Misericordia di Livorno ha voluto subito sposare il progetto promosso dalla Confederazione Nazionale per quanto riguarda l'ambulatorio mobile. Sabato 6 aprile dalle 14 alle 18.30 alla Terrazza Mascagni e domenica 7 aprile con lo stesso orario in piazza Grande, medici ed infermieri e volontari accoglieranno le persone in difficoltà economiche o sociali, alle quali verranno effettuati visite e controlli gratuiti. Il mio ringraziamento va a tutti i volontari che hanno permesso la realizzazione di questo progetto". A spiegare nel dettaglio in cosa consiste l'ambulatorio mobile è il vicecommissario Gabriele Vannucci: " Si potranno fare visite specialistiche di ogni genere, dal semplice screening di base a visite cardiologiche o dermatologiche. In questo modo saremo vicini alle persone che hanno veramente bisogno di aiuto". Alla cerimonia di presentazione dell'ambulatorio erano presenti il responsabile di Misericordie Area Emergenza Nazionale, Gionata Fatichenti e l'assessore al sociale Leonardo Apolloni. L'iniziativa è organizzata dalla Misericordia di Livorno in collaborazione con le Misericordie di Antignano e Montenero e il sostegno di Caritas e Cives.
I servizi offerti saranno: visita medica generale, controllo cardiologico, controllo dermatologico, prevenzione (test Hiv e epatite), cure di base infermieristiche e informazioni sull'assistenza di base. Il progetto è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cake Star, Chef Carrara a Livorno per trovare la migliore pasticceria

  • Spezia-Livorno, scontri con la polizia: rischio daspo per 23 tifosi amaranto

  • Contromano sulla Variante, muore a 21 anni nello scontro frontale con un'auto

  • A scuola di livornese: origine, significato e funzioni del dé

  • Da Hollywood a Livorno, Stanley Tucci tra i banconi del Mercato Centrale

  • Esercito, polizia e vigili del fuoco in via Terrazzini: strada chiusa, ma è un falso allarme

Torna su
LivornoToday è in caricamento