rotate-mobile
Cronaca

Goletta Verde, lo stato di salute del nostro mare: le sorprese e le aree inquinate all'Elba e in provincia di Livorno

I volontari di Legambiente hanno effettuato prelievi in vari punti. Ecco qual è il responso delle analisi di un laboratorio specializzato

Sono quattro i punti campionati dai volontari di Legambiente per Goletta Verde all'isola d'Elba. Un'analisi delle acque effettuata in un laboratorio specializzato che ha dato un responso chiaro: un punto, Mola, è fortemente inquinato, un altro, Punta della Rena, inquinato, e due, ovvero La Foce a Marina di Campo e Moletto del Pesce a Marciana Marina, a norma. In particolare quest'ultima località, stando a quanto dichiarato dal responsabile mare di Legambiente Toscana, Umberto Mazzantini, rappresenta una sorpresa perché "ritorna entro i limiti del prelievo, segno che i lavori avviati da Comune ed Asa stanno dando i loro frutti. Questo è un incentivo in più a realizzare il depuratore che l'amministrazione Allori, riconfermata alle ultime elezioni, si è impegnata a realizzare".

"Per quanto riguarda Mola - ha poi aggiunto Mazzantini -, nell'area umida rinata e che sta attirando un'avifauna sempre più numerosa, varia e rara, il grave inquinamento conferma i dati degli anni precedenti ed è sempre più chiaro che non dipende dal depuratore del Comune di Capoliveri, la cui acqua viene utilizzata per rimpinguare i nuovi 'chiari' creati dal Parco e che non sono stati oggetti del prelievo. E' sempre più urgente - ha aggiunto - individuare la fonte di un inquinamento insostenibile in quella che è diventata un'area simbolo della rinascita della biodiversità elbana". Secondo il responsabile mare di Legambiente Toscana preoccupa anche l'inquinamento riscontrato a Punta della Rena, "un dato ricorrente (ma negli anni passati a volte risultato a norma) che evidenzia che qualcosa ancora non va nella depurazione a monte e che Asa deve intervenire".

Il report della analisi effettuate in provincia di Livorno

Sono stati 7, invece, i punti campionati in tutta la provincia di Livorno da parte dei volontari di Legambiente, quattro come detto all'isola d'Elba e gli altri a Calambrone, Marina di Cecina e Salivoli. Come detto i prelievi effettuati nelle aree di Marciana Marina e Campo nell'Elba sono risultate entro i limiti, mentre Portoferraio - zona fosso della Madonnina - è risultato inquinato e Capoliveri - zona foce del fosso di Mola/Fossone centrale - fortemente inquinato.

Nel resto dei punti della provincia sottoposti a campionamento è emerso che Calambrone, alla foce dello Scolmatore, e Marina di Cecina, alla foce del fiume Cecina, sono entro i limiti, mentre risulta fortemente inquinata la zona a Marina di Salivoli, Piombino, in prossimità dello scarico di via Salivoli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Goletta Verde, lo stato di salute del nostro mare: le sorprese e le aree inquinate all'Elba e in provincia di Livorno

LivornoToday è in caricamento