Cronaca

Malore davanti agli amici, muore a 64 anni storico esercente del Mercato: "Qui la sua seconda casa"

Antonio Calabretta era una figura di riferimento alle Vettovaglie. I colleghi: "Persona perbene, ci mancherà tantissimo". I funerali il 13 luglio alla chiesa di San Martino

"Una figura storica", "un uomo gentile e sempre sorridente". Così colleghi e clienti ricordano Antonio Calabretta, 64 anni, storico esercente del Mercato Centrale, morto ieri, domenica 11 luglio. L'uomo si trovava in un appartamento in compagnia di alcuni amici in piazza Giuseppe Mazzini quando, all'improvviso, ha accusato un malore. Intuita la gravità della situazione, i presenti hanno subito chiamato il 112 che ha inviato sul posto un'ambulanza della Misericordia di Livorno con il medico del 118. Il dottore, una volta entrato nell'abitazione, ha provato a rianimare l'uomo prima di doverne constatare il decesso. I funerali di Calabretta, che lascia una moglie e due figli, si svolgeranno domani, 13 luglio, alle 16.15 alla chiesa di San Martino (Salviano). 

Appresa la notizia, il primo a voler ricordare l'amico è stato Luigi Sena, presidente del Mercato: "Era un mio stretto collaboratore all'interno del consiglio direttivo - le sue parole -. Antonio era una figura storica e ci mancherà tantissimo. Quando sono entrato qui 12 anni fa lui già era presente con il suo bancone di pasta fresca e alimentari e tutti noi lo consideravamo come uno di famiglia". 

"Ci piace ricordarlo per la sua innata disponibilità - scrivono i colleghi -. Era una persona perbene, disponibile per le varie associazioni di volontariato della città e il Mercato, che amava come pochi, era la sua seconda casa". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore davanti agli amici, muore a 64 anni storico esercente del Mercato: "Qui la sua seconda casa"

LivornoToday è in caricamento