rotate-mobile
Cronaca

Bastia, in arrivo il bando per la gestione di piscina e palestra fino al marzo del 2022

Gli uffici del Comune al lavoro per affidare gli impianti e far ripartire l'attività alla fine dell'estate

Questione di giorni e il bando per la gestione del complesso polivalente della Bastia, piscina e palestra, verrà pubblicato. Gli impianti di via Mastacchi, chiusi da tempo, dovrebbero infatti riaprire alla fine dell'estate, una volta che nelle prossime settimane si sarà chiusa la procedura per l'affidamento con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa. Nei mesi scorsi le strutture sono state oggetto di alcuni lavori di manutenzione, dovuti a infiltrazioni di acqua che avevano causato allagamenti e difetti al parquet della palestra, ma anche a porte e vetri da cambiare e a tubazioni e apparecchi igienici che necessitavano di essere sostituiti.

Piscine comunali, riaprono Camalich e Neri: nuoto libero su prenotazione e corsie a capienza limitata

Piscina Camalich-3

Se per quanto riguarda l'impianto della piscina Camalich-Neri la gestione è stata affidata alla Virtus Buonconvento fino al 31 luglio 2021, il bando per la gestione della Bastia prevede una durata fino al 31 marzo 2022, con eventuale proroga fino al 15 luglio 2022. Il tutto, viene ipotizzato dagli uffici che hanno approvato il capitolato, a far data dal settembre 2021. A base d'asta 15mila euro oltre iva per la piscina e 10mila euro oltre iva per la palestra. Per un totale stimato complessivo di poco più di 262mila euro. Previsto, come nei giorni scorsi era stato anche anticipato dal sindaco Luca Salvetti, l'assorbimento dei sette lavoratori che non hanno trovato impiego nella gestione riguardante la piscina Camalich-Neri.

Piscine, il Comune chiede i danni a Officine dello Sport: "Gravi inadempienze contrattuali"

Il sindaco Salvetti: "Gestione delle piscine come un centro federale"

La questione delle piscine comunali era stata anche al centro di una commissione comunale nei giorni scorsi, con il sindaco Luca Salvetti che aveva spiegato come un'ipotesi concreta "in stretto contatto con la federazione - ha detto - sia quella di gestire le piscine come un centro federale, per far diventare gli impianti di Livorno un fiore all'occhiello e un centro fondamentale per tutto il movimento. Ma guardiamo anche ad altro, valutando un percorso con fondazioni o società". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bastia, in arrivo il bando per la gestione di piscina e palestra fino al marzo del 2022

LivornoToday è in caricamento