rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca

Servizi Asa in appalto, Usb: "Diversità di salari e posti di lavoro a rischio, servono tutele e contratti adeguati"

La richiesta del sindacato dopo l'incontro con i vertici dell'azienda: "Le esternalizzazioni aumentano la disparità tra i lavoratori, è un sistema che da sempre rifiutiamo a maggior ragione in una partecipata pubblica"

La preoccupazione per il futuro dei lavoratori, le ingiuste disparità salariali e di tutele, la necessità di garantire lo stesso trattamento in un'azienda a partecipazione pubblica. Sono questi gli elementi che il sindacate unitario di base USB non intende tacere a seguito del recente incontro con la dirigenza di Asa, i rappresentanti delle rsu e le segreterie sindacali Cgil, Cisl, Uil e appunto Usb. Sul tavolo, l'incremento dei servizi esternalizzati in appalto e in alcuni casi anche subappalto che "alimenta un sistema al quale da sempre ci opponiamo".

"Si tratta di lavorazioni che vengono e venivano fatte internamente dal personale di Asa - spiega Usb -. Molte di queste lavorazioni vengono effettuate da ditte consociate al 100% da Asa (Sintecno, Cornia Manutenzioni e prossimamente la ditta Giunti Carlo Alberto), ma con dipendenti assunti con contratti ben diversi da Ccnl Federgasacqua. Si parla di CCNL multiservizi, metalmeccanici e edili. Inoltre, tra le clausole sociali non è previsto, come invece lo è per i dipendenti di Asa, il riassorbimento degli organici di queste ditte qualora nel 2031, termine della concessione dell’acquedotto, ASA non si aggiudichi la gestione facendo subentrare un altro gestore, ad esempio una multiutility. Per tutti questi aspetti la nostra organizzazione sindacale USB, come in altre realtà, si oppone fermamente al sistema degli appalti e subappalti e rifiuta le diversità salariali e di tutele tra lavoratori".

Quindi il monito del sindacato: "Se non verranno garantiti Ccnl adeguati con altrettanti livelli salariali, tutele del posto di lavoro e sicurezza - si legge ancora nella nota -, Usb inizierà un percorso, come ha sempre fatto, affinché tutti i lavoratori abbiano gli stessi diritti. Per questo chiediamo che ai soci pubblici di intervenire subito per risolvere la questione senza far passare altro tempo. Oltre tutto il 2031 è alle porte e i posti di lavoro devono essere garantiti per tutti. Le lavorazioni che hanno fatto di Asa un fiore all'occhiello del Comune di Livorno e della Provincia, devono rimanere all'interno di ASA. Non esistono lavorazioni di serie A e di serie B, tutti contribuiscono a garantire un servizio al cittadino essenziale e tutti i lavoratori devono essere trattati e tutelati nelle medesime condizioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi Asa in appalto, Usb: "Diversità di salari e posti di lavoro a rischio, servono tutele e contratti adeguati"

LivornoToday è in caricamento