Furti nei supermercati, tre arresti: la mappa dei colpi messi a segno

Operazione dei carabinieri: in manette due livornesi e un senza fissa dimora di origini algerine. Sono ritenuti responsabili di almeno 20 colpi ai danni di vari supermarket di Livorno e provincia

Due livornesi e un senza fissa dimora di origini algerine, ritenuti responsabili di 20 furti ai danni di altrettanti supermercati di Livorno e provincia, sono stati arrestati dai carabinieri del Norm, nella mattina di mercoledì 19 febbraio. I reati sono stati commessi a cavallo tra luglio e dicembre 2019 per un totale di 7.400 euro di merce rubata. I militari dell'Arma sono riusciti a risalire a Veronika De Mitri, 35 anni, Niko Casoli, 25 anni e Mohamed Ali Ben Jandoubi, 41 anni, grazie a un'attenta attività fatta di una scupolosa e meticolosa raccolta di dati e informazioni in tutti i casi in cui si sono verificati i furti. Fondamentali, inoltre, sono stati sia le immagini delle videocamere di sorveglianza che i sopralluoghi effettuati dai carabinieri nei vari supermercati. Su disposizione dell'autorità giudiziaria, i due livornesi attualmente si trovano agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico mentre il cittadino algerino è stato condotto alle Sughere. 

Nello specifico, come riportato dai militari dell'Arma, a Casoli vengono contestati i seguenti furti

  • 17 agosto alla Coop di via Settembrini; 
  • 17 agosto al Supermercato Conad di via Fagiuoli in concorso con Jandoubi; 
  • 18 agosto alla Coop di via Mastacchi; 
  • 19 agosto al Penny Market in via Cimarosa;
  • 20 agosto alla Pam di via Grande;
  • 20 agosto alla Coop di via Mastacchi in concorso con Jandoubi;
  • 20 agosto alla Coop di via Toscana in concorso con Jandoubi;
  • 24 agosto al Conad in Borgo San Jacopo; 
  • 24 agosto Penny Market in Cimarosa; 
  • 26 agosto alla Conad in via Fagioli;
  • 26 agosto alla Coop in via Settembrini; 
  • 28 agosto al Penny Market in via Cimarosa; 
  • 2 settembre alla Coop di Rosignano Solvay; 
  • 4 settembre alla Coop di Rosignano Solvay in concorso con De Mitri (nell'occasione sono stati denunciati anche per la ricettazione di un motorino);
  • 9 settembre alla Pam di piazza Grande;
  • 14 settembre alla Coop del Parco Levante; 
  • 16 settemre alla Coop di via Settembrini in concorso con Jandoubi; 

A De Mitri invece i carabinieri hanno contestato i seguenti furti

  • 4 settembre al supermercato Pam di piazza Grande;
  • 20 settembre al supermercato Pam di piazza Grande;
  • 5 ottobre insolvenza fraudolenta al bar Caffé Modì;
  • 26 ottobre alla profumeria Douglas in via Grande; 
  • 3 dicembre da Emin Kebab in via Chiesa. 

Col. Massimiliano Sole, nuovo Comandante Provinciale dei Carabinieri di Livorno (1)-2

Furti ai supermercati, il comandante Sole: "Arresti che devono infondere maggiore sicurezza nel nostro lavoro"

Il comandante dei carabinieri Massimiliano Sole commenta positivamente questa operazione: "Ci tengo a sottolineare - le sue parole - il lavoro che è stato svolto perché è un segnale che vogliamo dare alla cittadinanza. È nostra intenzione infondere fiducia nell'operato delle forze dell'ordine perché sono stati arrestati persone che si rendono colpevoli di reati contro il patrimonio i quali destano sempre un allarme sociale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al comandante hanno fatto eco il tenente Marco Saccà, responsabile del Nucleo operativo e radiomobile e il maggiore Guglielmo Palazzetti capo della Compagnia di Livorno: "Con pazienza, dedizione e lavoro si ottengono risultati di questo genere. Questi tre soggetti, che delinquono in continuazione, sono pericolosi poiché possono commettere reati anche più pericolosi dei furti. Individuarli non è stato facile visto che siamo partite da semplici denunce contro ignoti. Tuttavia, grazie all'ottimo lavoro svolto, siamo riusciti ad arrestarli e questo deve essere un importante segnale da dare alla cittadinanza livornese". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ghiomelli Garden, a Le Torri riapre il villaggio di Natale. Il titolare: "Felici e commossi, grazie ai clienti per l'affetto"

  • Tragedia alla Rosa, accusa un malore e muore a 56 anni davanti al marito

  • "L'Italia a morsi", Chiara Maci sbarca al Mercato Centrale di Livorno alla scoperta dei sapori della tradizione

  • Coronavirus, non rispettano l'isolamento fiduciario e passeggiano per strada: denunciati padre e figlia

  • Livorno, inizia l'era di Giorgio Heller: "Piazza importante, pronti a rinforzare la squadra. Le pendenze? Saranno saldate"

  • Coronavirus: 237 nuovi positivi tra Livorno e provincia, 2.765 in Toscana, in aumento ricoveri e terapie intensive. Il bollettino di venerdì 30 ottobre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento