Furti nei supermercati, tre arresti: la mappa dei colpi messi a segno

Operazione dei carabinieri: in manette due livornesi e un senza fissa dimora di origini algerine. Sono ritenuti responsabili di almeno 20 colpi ai danni di vari supermarket di Livorno e provincia

Due livornesi e un senza fissa dimora di origini algerine, ritenuti responsabili di 20 furti ai danni di altrettanti supermercati di Livorno e provincia, sono stati arrestati dai carabinieri del Norm, nella mattina di mercoledì 19 febbraio. I reati sono stati commessi a cavallo tra luglio e dicembre 2019 per un totale di 7.400 euro di merce rubata. I militari dell'Arma sono riusciti a risalire a Veronika De Mitri, 35 anni, Niko Casoli, 25 anni e Mohamed Ali Ben Jandoubi, 41 anni, grazie a un'attenta attività fatta di una scupolosa e meticolosa raccolta di dati e informazioni in tutti i casi in cui si sono verificati i furti. Fondamentali, inoltre, sono stati sia le immagini delle videocamere di sorveglianza che i sopralluoghi effettuati dai carabinieri nei vari supermercati. Su disposizione dell'autorità giudiziaria, i due livornesi attualmente si trovano agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico mentre il cittadino algerino è stato condotto alle Sughere. 

Nello specifico, come riportato dai militari dell'Arma, a Casoli vengono contestati i seguenti furti

  • 17 agosto alla Coop di via Settembrini; 
  • 17 agosto al Supermercato Conad di via Fagiuoli in concorso con Jandoubi; 
  • 18 agosto alla Coop di via Mastacchi; 
  • 19 agosto al Penny Market in via Cimarosa;
  • 20 agosto alla Pam di via Grande;
  • 20 agosto alla Coop di via Mastacchi in concorso con Jandoubi;
  • 20 agosto alla Coop di via Toscana in concorso con Jandoubi;
  • 24 agosto al Conad in Borgo San Jacopo; 
  • 24 agosto Penny Market in Cimarosa; 
  • 26 agosto alla Conad in via Fagioli;
  • 26 agosto alla Coop in via Settembrini; 
  • 28 agosto al Penny Market in via Cimarosa; 
  • 2 settembre alla Coop di Rosignano Solvay; 
  • 4 settembre alla Coop di Rosignano Solvay in concorso con De Mitri (nell'occasione sono stati denunciati anche per la ricettazione di un motorino);
  • 9 settembre alla Pam di piazza Grande;
  • 14 settembre alla Coop del Parco Levante; 
  • 16 settemre alla Coop di via Settembrini in concorso con Jandoubi; 

A De Mitri invece i carabinieri hanno contestato i seguenti furti

  • 4 settembre al supermercato Pam di piazza Grande;
  • 20 settembre al supermercato Pam di piazza Grande;
  • 5 ottobre insolvenza fraudolenta al bar Caffé Modì;
  • 26 ottobre alla profumeria Douglas in via Grande; 
  • 3 dicembre da Emin Kebab in via Chiesa. 

Col. Massimiliano Sole, nuovo Comandante Provinciale dei Carabinieri di Livorno (1)-2

Furti ai supermercati, il comandante Sole: "Arresti che devono infondere maggiore sicurezza nel nostro lavoro"

Il comandante dei carabinieri Massimiliano Sole commenta positivamente questa operazione: "Ci tengo a sottolineare - le sue parole - il lavoro che è stato svolto perché è un segnale che vogliamo dare alla cittadinanza. È nostra intenzione infondere fiducia nell'operato delle forze dell'ordine perché sono stati arrestati persone che si rendono colpevoli di reati contro il patrimonio i quali destano sempre un allarme sociale".

Al comandante hanno fatto eco il tenente Marco Saccà, responsabile del Nucleo operativo e radiomobile e il maggiore Guglielmo Palazzetti capo della Compagnia di Livorno: "Con pazienza, dedizione e lavoro si ottengono risultati di questo genere. Questi tre soggetti, che delinquono in continuazione, sono pericolosi poiché possono commettere reati anche più pericolosi dei furti. Individuarli non è stato facile visto che siamo partite da semplici denunce contro ignoti. Tuttavia, grazie all'ottimo lavoro svolto, siamo riusciti ad arrestarli e questo deve essere un importante segnale da dare alla cittadinanza livornese". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saturimetro, come funziona e quali sono i migliori modelli

  • Caos Livorno, società latitante: dei soldi nessuna traccia e i giocatori se ne vanno

  • Coronavirus: 169 positivi tra Livorno e provincia, 2.508 in Toscana, ma crolla la percentuale rispetto ai tamponi. Il bollettino di mercoledì 18 novembre

  • Livorno, il presidente Heller: "Pagamenti in regola grazie a Carrano ed Aimo. Navarra, Ferretti e Spinelli? Non pervenuti"

  • Serie C, Grosseto-Livorno 1-0: Sicurella beffa gli amaranto nel recupero

  • Coronavirus: 174 positivi e 5 morti tra Livorno e provincia, 1.892 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di sabato 21 novembre

Torna su
LivornoToday è in caricamento